logo

È svizzero il primo detersivo senza olio di palma né petrolio

 
19
giugno
2018
15:36
ats

LUCERNA - Una lisciva senza olio di palma né petrolio, ma a base di olio estratto da piante indigene, per indumenti altrettanto candidi di quelli lavati con detersivi classici. Stando all'azienda produttrice, la lucernese Good Soaps (saponi buoni), il prodotto è una prima assoluta sul mercato europeo. Il preparato ha ottenuto il sostegno della Fondazione svizzera per il clima, che ne saluta il contributo per la riduzione delle emissioni di CO2.

Con il detersivo, presentato oggi nel corso di una conferenza stampa, "intendiamo muovere le acque nel settore", ha detto Remo Richli di Good Soaps, che ha spiegato: fino a oggi in quasi tutte le liscive si nasconde olio di palma o petrolio. I produttori sostengono che sia impossibile proporre alternative senza compromettere le qualità del prodotto.

Secondo Regine Schneider, direttrice dell'azienda, presentatasi con una camicia rigorosamente lavata col nuovo prodotto, "l'olio delle piante indigene svolge egregiamente il suo lavoro". La sua natura è diversa ed è stato necessario mettere a punto una ricetta particolare, che Good Soaps ha fatto brevettare. Gli oli delle piante indigene sostituiscono quello di palma e il petrolio (chimicamente uguali) come tensioattivi, le sostanze che hanno un ruolo determinante nell'effetto pulente.

Senza divulgare i segreti della ricetta, Schneider ha indicato che nella composizione della lisciva entrano olio di colza e girasole coltivati in Svizzera, Austria e Germania. La produzione avviene nella Foresta Nera (D). La prima tonnellata è in vendita da oggi su internet.

L'utilizzazione di olio da piante indigene permette di ridurre di 50 volte le emissioni di CO2 rispetto all'olio di palma. Inoltre le foreste non abbattute per tale coltura agiscono come pozzi di carbonio. Per lo sviluppo del prodotto la Fondazione svizzera per il clima, che dal 2009 sostiene 70 progetti innovativi, ha stanziato 47'000 franchi. Complessivamente gli investimenti hanno raggiunto 250'000 franchi.

Good Soaps, si legge sul sito internet dell'impresa, dal 2011 sviluppa e produce detergenti di vario tipo servendosi di piante coltivate in Europa. Offre una trentina di prodotti diversi.

Prossimi Articoli

Silver: “Ecco cosa mi diverte di voi svizzeri”

Intervista alla penna che da 44 anni disegna il mitico Lupo Alberto - Dall'ispirazione per creare il fumetto ambientato a Lugano, alla passione per la Hunziker

Torna la leggendaria Playstation, in versione mini

Sony ripropone la storica console con 20 giochi pre-installati, tra cui Final Fantasy VII, Tekken 3 e Ridge Racer

La speciale tasca che “blocca” i cellulari in aula

Il liceo San Benedetto di Piacenza mette al bando gli smartphone grazie a una particolare tecnologia

Edizione del 24 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top