Enogastronomia

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Menu a quattro mani a Villa Orselina con Lorenzo Albrici e Bernadette Lisibach - FOTO

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Da sinistra Riccardo Scamarcio (chef Villa Orselina), Bernadette Lisibach (chef Neue Blumenau), Lorenzo Albrici (chef Locanda Orico) e Daniel Schälli (GM Villa Orselina).

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Da sinistra Riccardo Scamarcio (chef Villa Orselina), Bernadette Lisibach (chef Neue Blumenau), Lorenzo Albrici (chef Locanda Orico) e Daniel Schälli (GM Villa Orselina).

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Insalatina di astice mi-cuit, misticanze stagionali ai sentori di Granny-Smith, soffice maionese alla bisque profumata al piment d’Espelette.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Insalatina di astice mi-cuit, misticanze stagionali ai sentori di Granny-Smith, soffice maionese alla bisque profumata al piment d’Espelette.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Zuppa di Champagne, cozze del Mediterraneo, ravanelli.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Zuppa di Champagne, cozze del Mediterraneo, ravanelli.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Trancio di lucioperca del Lago di Costanza, piselli, erba cipollina.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Trancio di lucioperca del Lago di Costanza, piselli, erba cipollina.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Caramelle fatte in casa ripiene all’aletta di wagyu beef ticinese cotta a bassa temperatura, insaporite al burro montato all’aglio orsino.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Caramelle fatte in casa ripiene all’aletta di wagyu beef ticinese cotta a bassa temperatura, insaporite al burro montato all’aglio orsino.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Scamoncino di vitello della Svizzera Orientale cotto rosa con salsa alla salvia, insalata di crescione su cracker fatto in casa, Mais Ribel, cipolline e champignon.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Scamoncino di vitello della Svizzera Orientale cotto rosa con salsa alla salvia, insalata di crescione su cracker fatto in casa, Mais Ribel, cipolline e champignon.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Delizia dello chef: cioccolato, fragola e rabarbaro.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Delizia dello chef: cioccolato, fragola e rabarbaro.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
I grandi vini protagonisti della serata.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

I grandi vini protagonisti della serata.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Ezio de Bernardi (a sinistra) e Uberto Valsangiacomo hanno raccontato storicamente e tecnicamente i vini Valsangiacomo.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Ezio de Bernardi (a sinistra) e Uberto Valsangiacomo hanno raccontato storicamente e tecnicamente i vini Valsangiacomo.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Lisibach e Albrici hanno cucinato insieme per S.Pellegrino Sapori Ticino 2019.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Lisibach e Albrici hanno cucinato insieme per S.Pellegrino Sapori Ticino 2019.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Da sinistra Roni Merz, Daniel Schälli e Daniele Schillig di Caffè Carlito.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Da sinistra Roni Merz, Daniel Schälli e Daniele Schillig di Caffè Carlito.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Dany Stauffacher insieme a Guido Casparis, presidente di Jazz Ascona.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Dany Stauffacher insieme a Guido Casparis, presidente di Jazz Ascona.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Marcel Rüegsegger insieme ai suoi ospiti.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Marcel Rüegsegger insieme ai suoi ospiti.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Da sinistra lo chef David Klocksin con la compagna, insieme a Domenico De Carolis di Hugo Dubno.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Da sinistra lo chef David Klocksin con la compagna, insieme a Domenico De Carolis di Hugo Dubno.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Da sinistra Felice Dafond, Fabio Bariatti, Alfred Müller, Daniele Tortoriello, Arber Prenqi, Carmen Bernardi e Elena Pagani.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Da sinistra Felice Dafond, Fabio Bariatti, Alfred Müller, Daniele Tortoriello, Arber Prenqi, Carmen Bernardi e Elena Pagani.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Da sinistra Stephan Hirt (CEO di Schwob) con la moglie e Dany Stauffacher.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Da sinistra Stephan Hirt (CEO di Schwob) con la moglie e Dany Stauffacher.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Bernadette Lisibach mentre assaggia una pietanza in cucina.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Bernadette Lisibach mentre assaggia una pietanza in cucina.

 Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino<b> </b>
Lo splendido panorama lacustre dal giardino di Villa Orselina.

Accoppiata gourmet per S.Pellegrino Sapori Ticino

Lo splendido panorama lacustre dal giardino di Villa Orselina.

ORSELINA - Bernadette Lisibach e Lorenzo Albrici avevano già condiviso una cucina, nell’ambasciata svizzera a Parigi dove avevano cucinato insieme per alcuni diplomatici. Domenica 2 giugno, i due chef si sono ritrovati tra i fornelli del Ristorante di Villa Orselina, questa volta protagonisti di una delle serate che S.Pellegrino Sapori Ticino ha voluto dedicare ai cuochi membri de Les Grandes Tables de Suisse. L’idea di questa cena è nata così, ci spiegano gli organizzatori, un po’ per gioco e un po’ per regalare al pubblico del festival enogastronomico una cena particolare che riuscisse a sposare due grandi personalità della cucina svizzera. Detto, fatto. Bernadette Lisibach, chef del Neue Blumenau a Lömmenschwil, è arrivata in Ticino per portare al pubblico della kermesse la sua interpretazione personale dei prodotti del Lago di Costanza e della regione di San Gallo. A fare da contraltare alla sua cucina dai tocchi femminili ed eleganti, c’era quella di grande carattere di Lorenzo Albrici, chef della Locanda Orico a Bellinzona. E così, gli ospiti della kermesse enogastronomica si sono divertiti a spaziare dal wagyu beef ticinese, usato dallo chef di Bellinzona come ripieno dei suoi ravioli «caramella», al lucioperca del Lago di Costanza o allo scamoncino di vitello della Svizzera orientale preparati dalla cuoca del canton San Gallo.

Ad accomunare i due professionisti, inoltre, anche i riconoscimenti attribuiti loro dalle principali guide gastronomiche: i 16 punti GaultMillau e la stella Michelin, che Bernadette Lisibah ha conquistato proprio quest’anno e che, invece, Albrici può vantare da diversi anni. A mettere il sigillo ad una cena dalle molte sfaccettature, c’è stato anche il tocco dello chef di Villa Orselina, Riccardo Scamarcio. Dopo aver curato gli stuzzichini durante l’aperitivo, il cuoco di origini pugliesi ha preparato anche il goloso dolce a base di cioccolato e fragole.

Ad accompagnare questo particolare percorso gastronomico sono stati i nettari di Valsangiacomo Vini, storica azienda del Mendrisiotto. Uberto Valsangiacomo, presentando le etichette al pubblico di S.Pellegrino Sapori Ticino, ha spiegato al pubblico la rarità, ad esempio, del Rubro di Rubro 2011, un vino che viene prodotto solo in annate eccezionali, selezionando le barriques migliori di Rubro della cantina.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Tempo Libero
  • 1
    I vostri scatti

    Foto dei lettori, ora tocca a voi!

    Importanti novità per il Corriere del Ticino: dal 19 settembre grafica rinnovata, nuovi canali tematici e un maggiore coinvolgimento del lettorato

  • 2
  • 3
  • 4
    Automobili

    Una rivoluzione che avrà un prezzo

    Si apre oggi a Francoforte il Salone dell’automobile fra innovazioni tecnologiche, tensioni e prospettive difficili - Mario Cianflone: «La spinta all’elettrificazione dei veicoli comporterà un epocale cambiamento industriale»

  • 5
  • 1