logo

Il viaggio incredibile da Tesserete all'Iran in bici

Il ticinese Yuri Monaco ha pedalato per circa 4.000 chilometri attraverso otto Paesi - "Su due ruote le emozioni si amplificano, ho incontrato gente con il cuore grande"

 
02
novembre
2018
06:00
Chiara Nacaroglu

LUGANO - "Viaggio in bicicletta perché quando piove mi bagno, quando fa freddo mi si congelano i piedi, quando fa caldo sudo, se c'è una salita faccio fatica e se il vento soffia mi sbilancia, rischio di cadere, mi rallenta". È così che Yuri Monaco, 28.enne di Capriasca, risponde alla domanda che si sente rivolgere più spesso: perché viaggi in bici? Lo avevamo conosciuto a febbraio (Vedi Suggeriti), quando raccontava la sua scelta di abbandonare l'auto per spostarsi solo in bicicletta e annunciava che sarebbe partito, chiaramente in sella alla sua due ruote, per l'Iran in solitaria e totale autosufficienza. Lo ritroviamo adesso che in Iran ci sta per arrivare, dopo aver attraversato otto Paesi e macinato circa 4.000 chilometri. Partito da Tesserete il 27 agosto scorso, Yuri ha in programma di oltrepassare il confine iraniano domenica 4 novembre, dopo aver pedalato incessantemente per più di sessanta giorni, combattendo il vento, la pioggia, una brutta influenza e aver bucato (solo) una volta. Lo ha fatto attraversando Italia, Slovenia, Croazia, Ungheria, Romania, Serbia, Bulgaria e Turchia. Ma intemperie e mal di gambe nulla hanno potuto sul sorriso che l'instancabile ciclista ha stampato in volto, ben in vista nelle foto postate sulla pagina Facebook  (Lento è bello - Cronache semiserie di viaggi in bicicletta) che documenta, chilometro dopo chilometro, il viaggio. Perché per lui - ci racconta al telefono quando lo raggiungiamo a Van, in Turchia - l'importante non è la meta, ma il percorso. 

Articoli suggeriti

“Basta auto, io mi sposto solo in bici”

La scelta radicale di Yuri Monaco, 27.enne di Capriasca, che ha abbandonato i mezzi a benzina per muoversi con le proprie gambe in sella a una due ruote – "Mi sento meglio e non perdo tempo nel traffico"

Edizione del 21 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top