Dieci videogiochi per Natale

Le 10 cose

Le festività si avvicinano: alcuni titoli che potreste provare tra una mangiata e l’altra

Dieci videogiochi per Natale

Dieci videogiochi per Natale

Le festività si avvicinano e spesso, tra una mangiata e l’altra, non si hanno più le forza neanche per alzarsi dal divano. Se amate i videogiochi e desiderate perdervi nel mondo virtuale, ecco alcuni titoli per ingannare il tempo nel periodo natalizio.

Monster Hunter Rise

Monster Hunter Rise è decisamente il titolo meno ostico per avvicinarsi alla serie targata Capcom e, allo stesso tempo, farà la gioia dei fan storici abituati ad imprese più ardue. Uscito quest’anno su Nintendo Switch, il gioco di ruolo d’azione nipponico ha già ricevuto un corposo aggiornamento. Tra cacce a mostri giganteschi, affrontabili pure in co-op per un totale di 4 giocatori, una miriade di armi e armature da creare, nuove mosse che sfruttano il filo seta, la modalità Furia e l’introduzione dei Canyne (cavalcature dalle fattezze canine per muoversi più velocemente sulla mappa), il gioco offre centinaia di ore di intrattenimento. Un must per gli amanti del genere.

Dieci videogiochi per Natale

Death Stranding director’s cut

«Un simulatore di corriere Amazon». È la frase che i detrattori dell’opera di Hideo Kojima usano più spesso, mostrando di non aver scavato in profondità. Death Stranding (uscito nel 2019 per PS4), per uno strano scherzo del destino, ha anticipato di qualche mese molti temi che poi avremmo vissuto con la pandemia: il distanziamento tra le persone e le città deserte in primis. Il gioco viene riproposto in versione «Director’s cut» (su PS5), con tutti i contenuti pubblicati finora, nuove oggetti, armi, missioni e una curiosa modalità di corse su due e quattro ruote. Un’opera non per tutti, perché ha bisogno dei suoi tempi dilatati e di ritmi compassati. Tra un’ambientazione incredibile (la storia è ambientata negli USA, ma sembra l’Islanda), interpretazioni attoriali sublimi (Mads Mikkelsen è incredibile), nemici inquietanti e una trama articolatissima, il genio di Kojima è più vivo che mai. «Un simulatore di corriere Amazon»? C’è del vero. I combattimenti sono pochi e non troppo impegnativi, ed effettivamente lo scopo del gioco è spostarsi da un punto A a un punto B trasportando pacchi. Dal punto di vista del gameplay, il viaggio è più importante della meta. È il momento di riconnettere il mondo e riunire le persone.

Dieci videogiochi per Natale

Metroid Dread

Si torna nei panni di Samus su Nintendo Switch in questo nuovo capitolo della serie cult ispirata ad Alien. Un episodio per certi versi classico, con il suo finto 2D e l’inquadratura laterale, in cui il concetto di paura fa la parte del leone: tra uno spavento e l’altro, ci si sentirà braccati, inseguiti, e spesso la tattica migliore sarà quella di nascondersi, specialmente contro i robot assassini E.M.M.I. La protagonista ha a disposizione numerose abilità di combattimento, questa volta ancora più acrobatiche e spettacolari, per fare a pezzi i nemici ed esplorare la gigantesca mappa fatta di cunicoli e aree labirintiche. Tra colpi di scena, potenziamenti e zone che sembrano inizialmente irraggiungibili, il consiglio è quello di perdersi in Metroid Dread. Anche solo per apprezzare in ogni sua sfaccettature un level design ispiratissimo.

Dieci videogiochi per Natale

Hades

Hades è un indie game che può tranquillamente rivaleggiare coi giganti. Non a caso l’opera è firmata da Supergiant Games, sviluppatore già apprezzato per Bastion, Transistor e Pyre. Il nuovo lavoro a tema mitologia greca è uno dei migliori esponenti dell’amato/odiato genere roguelite. Muori, ripeti, muori, ripeti, e via così. Saranno davvero numerose le ripartenze mentre nei panni di Zagreus cercherete di fuggire dagli inferi per raggiungere il monte Olimpo. Ma la voglia di superare le prove più ardue e potenziare costantemente il personaggio difficilmente vi abbandonerà. Ogni partita non è mai come la precedente, anche grazie alle diverse abilità e ai bonus conferiti dai vari personaggi. Senza contare il continuo sviluppo della trama, decisamene più profonda che in altri roguelite in circolazione. Inutile dire che la difficoltà del gioco è molto elevata e per progredire si suderanno le proverbiali sette camicie. Siete avvisati.

Dieci videogiochi per Natale

Forza Horizon 5

Se amate i giochi di corse arcade, non troverete niente di meglio di Forza Horizon 5. L’open world di Playground Games offre una miriade di contenuti, attività, percorsi da affrontare, che spaziano dalle piste ai sentieri in mezzo alle foreste del Messico, e una mappa interamente esplorabile a bordo della propria vettura. La campagna vi terrà incollati allo schermo per decine e decine di ore, con la possibilità di sbloccare nuovi obiettivi e naturalmente centinaia di veicoli, personalizzabili fin nei minimi dettagli, sia dal punto di vista estetico sia meccanico. La componente multiplayer aggiunge pepe al tutto, con la possibilità di sfidare altri giocatori online. Forza Horizon 5, disponibile su Xbox Series X e PC, è tecnicamente sbalorditivo, pura gioia per gli occhi.

Dieci videogiochi per Natale

Returnal

Via il dente, via il dolore: Returnal non è un titolo per tutti. Nell’esclusiva di PS5 realizzata da Housemarque infatti moriremo tantissimo e ogni volta ripartiremo da capo, in un mondo ostile che cambia continuamente e, per di più, senza le armi recuperate durante la partita. Nei panni dell’astronauta Selene, ci si troverà ad affrontare le valanghe di alieni che popolano il pianeta Atropos, intrappolati in un loop spazio-temporale: ogni morte, di fatto, corrisponde a una rinascita, con la protagonista che sulla sua strada troverà pure il suo stesso cadavere. La voglia di esplorare i livelli creati proceduralmente e un gameplay solidissimo, rendono Returnal uno dei migliori sparatutto in terza persona degli ultimi tempi. Tra potenziamenti, nuove armi e anche malus, nell’opera di Hosuemarque diventa fondamentale sapersi adattare ad ogni situazione, in base a quello che ci offre la partita. Improvvisare e sopravvivere, proprio come in un mondo sconosciuto.

Dieci videogiochi per Natale

It Takes Two

Niente singleplayer qui, It Takes Two è un gioco da affrontare completamente in coppia. Nell’opera di Hazelight Studios impersoneremo due genitori in procinto di divorziare che vengono trasformati in bambole animate dalle lacrime della figlia. Per uscire da questo mondo magico, moglie e marito dovranno collaborare, risolvendo puzzle ambientali cooperando continuamente. Sullo sfondo di un’avventura che strizza l’occhio alla Pixar e ai platform Nintendo, il dolore di una bimba che non vuole vedere mamma e papà separarsi. Un’opera toccante e divertente, dal gameplay originale e con tantissime trovate, tra puzzle e improbabili boss fight. Il consiglio è quello di scegliere la persona giusta e godersi questo gioiello pensato per due persone. Un videogioco che fino alla fine non smette di sorprendere e per qualche ora ci farà tornare un po’ bambini.

Dieci videogiochi per Natale

Deathloop

L’opera di Arkane Studios prova a svecchiare la formula trita e ritrita degli sparatutto in prima persona, centrando in pieno il bersaglio. Nei panni di Colt resteremo intrappolati in un loop temporale su un’isola deserta e per interrompere il ciclo di 24 ore dovremo eliminare i Visionari. E la misteriosa Julianna. Scelte le bocche da fuoco e potenziato il personaggio a dovere, dovremo muoverci per i distretti di Blackreef, accumulando conoscenza ad ogni morte ed investigando a fondo per capire, passo dopo passo, perché siamo finiti nel loop mortale e come uscirne. Ovviamente a suon di sparatorie e uccisioni silenziose. Dopo ogni morte ripartiremo dalla spiaggia, con tutti i nemici al loro posto e i nostri progressi perduti, ma con un bagaglio di conoscenza che ci aiuterà ad affrontare al meglio la sfida. Una storia intrigante fino alla fine, un game design eccellente e un’estetica retro-futuristica rendono Deathloop un titolo assolutamente da provare, nonostante le pesanti lacune dell’intelligenza artificiale. Probabilmente il gioco più coraggioso del 2021.

Dieci videogiochi per Natale

Ratchet & Clank: Rift Apart

La nuova avventura del lombax Ratchet e del suo fido compagno robotico ci dà un primo assaggio di quello che può offrire la next gen. L’opera di Insomniac Games mostra quanto può essere esplosivo e frenetico un action/platform su PS5, con caricamenti praticamente inesistenti e la possibilità di gustarsi l’azione a 60 fps. Ad aumentare il senso di velocità, la capacità dei protagonisti di sfruttare i Fendilink per effettuare «viaggi dimensionali» che catapultano i nostri eroi in una nuova porzione della mappa in un lampo. Esplorare i diversi pianeti sulle tracce del Dottor Nefarius è a tutti gli effetti una roboante corsa tra orde di nemici da massacrare, con un arsenale vario quanto originale, acrobazie e semplici quanto piacevoli enigmi (specialmente nei livelli in cui si impersona Clank). Un gioco fracassone e coloratissimo, da godersi tutto d’un fiato.

Dieci videogiochi per Natale

Dark Souls trilogy

Starete pensando: «Che ci fanno i 3 Dark Souls in una lista del 2021?». Beh, la risposta è ovvia: vanno rispolverati in attesa di Elden Ring, la nuova opera di From Software in uscita a febbraio dell’anno prossimo. Per prepararsi a dovere, è cosa buona e giusta riprendere in mano i tre classici diretti - eccetto il secondo capitolo - dal maestro Hidetaka Miyazaki. Il primo Dark Souls è stato recentemente premiato come miglior gioco di sempre ai Golden Joystick Awards 2021. Una scelta opinabile, ma è indiscutibile che la creatura di From Software abbia gettato le basi per un genere (quello dei soulslike) che ha generato in pochi anni numerosi epigoni. C’è solo un problema: nel caso decidiate di giocarci durante le festività, passerete probabilmente il Natale più blasfemo della vostra vita, tra imprecazioni e joypad scaraventati contro la parete. La difficoltà a tratti frustrante di questi action-RPG fantasy è un marchio di fabbrica. In ogni caso: sia lodato il sole.

Dieci videogiochi per Natale
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tempo Libero
  • 1

    #finestrasulticino, un successone!

    CORONAVIRUS

    Il nuovo hashtag lanciato dal Corriere del Ticino in questi giorni di emergenza sanitaria sta avendo un grandissimo successo. Ecco come i ticinesi raccontano il nostro Cantone visto dal loro balcone - SFOGLIA LA GALLERY

  • 1
  • 1