PRIMAVERA

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

La primavera scatta in anticipo il 20 marzo alle 22.58 - Dall’inizio del millennio solo nel 2003 e nel 2007 il 21 marzo è stato il primo giorno di primavera

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima
(Foto Reguzzi)

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

(Foto Reguzzi)

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

Ecco perché l’equinozio arriva un giorno prima

LUGANO - Guardando fuori dalla finestra potremmo dire che la primavera è già iniziata da un po’, eppure ufficialmente dovrebbe scattare il 21 marzo. Quest’anno l’addio all’inverno è però previsto questa sera alle 22.58. Non è però la prima volta: ogni anno l’equinozio di primavera è leggermente diverso rispetto al precedente per un fenomeno che si chiama «precessione degli equinozi». La Terra non è perfettamente sferica e cambia in modo infinitesimale il suo asse di rotazione, per questo il momento in cui notte e giorno hanno la stessa lunghezza varia costantemente. Dall’inizio del millennio solo nel 2003 e nel 2007 il 21 marzo è stato il primo giorno di primavera. L‘anno scorso, per esempio, era scattato nel pomeriggio del 20 marzo, intorno alle 17.

Ultima occasione per la Superluna piena

Nella notte dell’equinozio potremo anche ammirare nel cielo l’ultima Superluna piena del 2019, dopo quella dello scorso mese. Alle 2.43 del 21 marzo la Luna raggiungerà la fase piena. Una tale coincidenza non avveniva dal 2000 e non accadrà di nuovo prima del 2030. In quelle ore la Luna, spiegano gli esperti del Virtual Telescope, sarà anche in prossimità del proprio perigeo, la minima distanza dalla Terra, quindi sarà un po’ più vicina, più luminosa e un po’ più grande del solito, del 7%.

Molti Paesi in festa

La festa del Nuovo Anno, in Mesopotamia, era l’equinozio primaverile. La data coincide con il segno zodiacale dell’Ariete, simbolo del Dio Marduk. La festività di Sham El Nessim in Egitto ha la stessa data. L’equinozio di marzo segna il primo giorno dell’anno per molti calendari fra cui quello iraniano. In festa anche per l’Azarbaijan, l’Afghanistan, l’India, la Turchia, Zanzibar, l’Albania e diversi paesi dell’Asia Centrale. In Giappone è una festa nazionale ufficiale che si trascorre visitando le tombe di famiglia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tempo Libero
  • 1