La Zurigo gourmet parla italiano

Enogastronomia

La prima serata lounge di S.Pellegrino Sapori Ticino a due passi dalla Bahnhofstrasse

 La Zurigo gourmet parla italiano
I grandi salumi ticinesi protagonisti alla Bottega di Mario di Zurigo.

La Zurigo gourmet parla italiano

I grandi salumi ticinesi protagonisti alla Bottega di Mario di Zurigo.

 La Zurigo gourmet parla italiano
Valentina Tamborini dell’omonima cantina e Marco Gagliati, event manager di Sapori Ticino.

La Zurigo gourmet parla italiano

Valentina Tamborini dell’omonima cantina e Marco Gagliati, event manager di Sapori Ticino.

 La Zurigo gourmet parla italiano
Ospiti della serata zurighese di S.Pellegrino Sapori Ticino.

La Zurigo gourmet parla italiano

Ospiti della serata zurighese di S.Pellegrino Sapori Ticino.

 La Zurigo gourmet parla italiano
Presenti anche i vertici dell’OTR Ascona Locarno.

La Zurigo gourmet parla italiano

Presenti anche i vertici dell’OTR Ascona Locarno.

 La Zurigo gourmet parla italiano
Christian Rincon, export area manager di Contadi Castaldi.

La Zurigo gourmet parla italiano

Christian Rincon, export area manager di Contadi Castaldi.

 La Zurigo gourmet parla italiano
Tra le eccellenze ticinesi, presente anche Caffè Carlito.

La Zurigo gourmet parla italiano

Tra le eccellenze ticinesi, presente anche Caffè Carlito.

 La Zurigo gourmet parla italiano
Il Rosé Osé di Tamborini ha accompagnato salumi e risotto.

La Zurigo gourmet parla italiano

Il Rosé Osé di Tamborini ha accompagnato salumi e risotto.

 La Zurigo gourmet parla italiano
Da sinistra Michele Conceprio e Markus Segmüller.

La Zurigo gourmet parla italiano

Da sinistra Michele Conceprio e Markus Segmüller.

ZURIGO - Facile far innamorare gli avventori di Zurigo. La ricetta vincente è quella di mescolare il calore della Sonnenstube, i suoi prodotti d’eccellenza e quella solarità che solo Ticino e ticinesi possono offrire. Giovedì 9 maggio a La Bottega di Mario, il locale aperto da Rapelli nel cuore di Zurigo, è andato in scena il primo appuntamento con le serate lounge del festival enogastronomico.

Ogni anno, infatti, la kermesse ticinese, oltre a proporre oltre Gottardo le prime cene di gala della stagione, visita Zurigo portando un tocco gourmand e glamour grazie ai sapori più mediterranei della Svizzera. Gli ospiti della serata hanno potuto degustare molti dei prodotti che rendono il Ticino una località tutta da «gustare». I migliori salumi dell’azienda di Stabio, in particolare quelli che si fanno promotori della tradizione gastronomica legata a doppio filo con la storia del territorio: il salame affinato ai Castelli di Bellinzona e il Prosciutto invecchiato nelle cantine dell’Alpe Piora. Parlare di cibo, infatti, è un po’ come raccontare un luogo e in questo la Bottega di Mario riesce decisamente bene nel suo ruolo di promotrice delle nostre tradizioni.

Come di consueto, ad accompagnare le prelibatezze affettate a mano con la mitica Berkel, anche un risotto, piatto che è uno dei simboli del Ticino a tavola.

Ad accompagnare i salumi e gli stuzzichi della serata lounge di S.Pellegrino Sapori Ticino sono stati il Rosé Osé di Tamborini Vini e il Contadi Castaldi Brut dell’omonima azienda della Franciacorta. Bollicine del Nord Italia a dimostrare una certa apertura ai brand internazionali di livello, da oltre 10 anni partner della manifestazione; inoltre, naturalmente, un’etichetta ticinese, presentata in loco dalla stessa Valentina Tamborini e che coniuga sapientemente innovazione e tradizione. Michele Conceprio ha portato a Zurigo per il secondo anno il suo vino rosso in edizione limitata dedicato proprio alla Bottega di Mario. Il “Vino della Bottega” ha rappresentato il Ticino enologico con grande eleganza.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Tempo Libero
  • 1
  • 1