Lettere consegnate con un drone: una era indirizzata a Vitta

tecnologia

Un drone ticinese ha compiuto un volo di 98 chilometri attraverso le Alpi svizzere decollando manualmente dalle Centovalli e atterrando a nel canton Nidwaldo

Lettere consegnate con un drone: una era indirizzata a Vitta

Lettere consegnate con un drone: una era indirizzata a Vitta

Lettere consegnate con un drone: una era indirizzata a Vitta

Lettere consegnate con un drone: una era indirizzata a Vitta

Lettere consegnate con un drone: una era indirizzata a Vitta

Lettere consegnate con un drone: una era indirizzata a Vitta

BELLINZONA - Consegnata al consigliere di Stato Christian Vitta una delle lettere trasportate con il drone ticinese. Il membro di Governo ha incontrato i Damiano e Andrea Maeder della Oblivion Aerial SA, artefici di una recente impresa aerofilatelica che testimonia la forte vocazione innovativa del Cantone Ticino. Lo scorso 18 dicembre un drone ticinese, sviluppato dall’azienda di Sant’Antonino, ha compiuto un volo di 98 km attraverso le Alpi svizzere, decollando manualmente dalle Centovalli e atterrando a Wolfenschiessen, nel canton Nidwaldo.

Nel corso del viaggio che si è svolto senza intoppi, il drone ha trasportato 25 buste. Proprio una di queste è stata consegnata ieri da Damiano e Andrea Maeder, titolari della ditta Oblivion Aerial SA, al direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) Christian Vitta. Alla breve cerimonia di consegna ha partecipato anche Natale Sacchi, presidente di Aerofilatelia Voliamo. Parte delle restanti buste verrà consegnata a chi ha contribuito alla riuscita di questa impresa, così come alla Posta Svizzera, al Museo dei trasporti di Lucerna – a cui verrà altresì regalato il drone – e ad autorità politiche nazionali e cantonali, tra cui la già consigliera federale Doris Leuthard, la consigliera federale Simonetta Sommaruga, a capo del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni, e il consigliere di Stato del Canton Nidwaldo, Othmar Filliger.

Durante l’incontro, il consigliere di Stato si è complimentato con i responsabili dell’azienda per l’eccezionalità dell’evento e ha sottolineato come, in un periodo sempre più caratterizzato dall’avanzare della digitalizzazione, questo episodio dimostra la forte vocazione innovativa del Ticino, un cantone che si profila come un luogo attrattivo per lo sviluppo di applicazioni innovative e tecnologiche, necessarie per lo sviluppo dell’economia cantonale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Tempo Libero
  • 1
  • 1