Arte gastronomica

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Una grande cucina “di montagna” è stata protagonista a S.Pellegrino Sapori Ticino - FOTO

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Egidio Iadonisi (a destra) ha ospitato nella sua cucina allo Swiss Diamond Hotel Martin Dalsass.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Egidio Iadonisi (a destra) ha ospitato nella sua cucina allo Swiss Diamond Hotel Martin Dalsass.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Baby avocado, tonno Balfego, caviale Oscietra.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Baby avocado, tonno Balfego, caviale Oscietra.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Cappellacci, granchio reale, finocchi, arance.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Cappellacci, granchio reale, finocchi, arance.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Uovo cotto a bassa temperatura, gallinacci, olandese all’aglio orsino.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Uovo cotto a bassa temperatura, gallinacci, olandese all’aglio orsino.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Lombatina di capriolo estiva in crosta di pino cembro, purea di piselli.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Lombatina di capriolo estiva in crosta di pino cembro, purea di piselli.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Canerderli di ricotta, fragole, rabarbaro, gelato allo yogurt.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Canerderli di ricotta, fragole, rabarbaro, gelato allo yogurt.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
La foto di rito della brigata di cucina insieme al patron Dany Stauffacher.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

La foto di rito della brigata di cucina insieme al patron Dany Stauffacher.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
I vini che hanno accompagnato il percorso gastronomico dello chef Dalsass.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

I vini che hanno accompagnato il percorso gastronomico dello chef Dalsass.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Da sinistra Marta Lenzi insieme a Nicolò e Lisetta Lucchini, proprietari della Tenuta Moncucchetto.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Da sinistra Marta Lenzi insieme a Nicolò e Lisetta Lucchini, proprietari della Tenuta Moncucchetto.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Da sinistra Michel Wullschleger con la moglie e Dany Stauffacher.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Da sinistra Michel Wullschleger con la moglie e Dany Stauffacher.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Durante la preparazione del primo piatto del menu della serata.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Durante la preparazione del primo piatto del menu della serata.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Gastone Di Domenico, nuovo general manager dello Swiss Diamond Hotel di Vico Morcote.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Gastone Di Domenico, nuovo general manager dello Swiss Diamond Hotel di Vico Morcote.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Martin Dalsass è uno spirito giocoso amante della natura.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Martin Dalsass è uno spirito giocoso amante della natura.

 Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano
Grandi amici di una vita: Dany Stauffacher e Martin Dalsass.

Martin Dalsass, dalle Alpi al lago di Lugano

Grandi amici di una vita: Dany Stauffacher e Martin Dalsass.

LUGANO - Per i gourmet ticinesi, quello di Martin Dalsass è un nome che non risulta certo sconosciuto. I suoi 26 anni di ristorazione nel nostro cantone lo hanno portato ad essere una delle figure gastronomiche più amate dai locali, grazie ad un mix non comune di doti professionali e umane. S.Pellegrino Sapori Ticino, per la sua serata allo Swiss Diamond Hotel di domenica 5 maggio, ha scelto proprio lo chef di origini altoatesine, portando a Vico Morcote la sua arte culinaria “di montagna”.

Nella cucina del padrone di casa Egidio Iadonisi, una parte della brigata di Dalsass ha lavorato per offrire ai partecipanti un esempio della personalità del cuoco, grande amante della natura e che proprio nella natura trova ispirazione. Protagonisti assoluti sono stati gli ingredienti che raccontano della grande passione di Dalsass per i paesaggi incontaminati, il verde e le erbe spontanee che l’Engadina offre. Infatti, dopo la sua lunga esperienza al ristorante Santabbondio di Sorengo, da diversi anni il Talvo by Dalsass è la nuova casa del cuoco, a due passi dai boschi e nel cuore di Champfèr. Ad accompagnare questo percorso gastronomico alpestre, il festival ha voluto dare spazio ad una realtà enologica ticinese storica, Moncucchetto. Un anno davvero speciale per la cantina luganese che ha abbinato ai piatti dello chef alcuni dei suoi vini più conosciuti. Il 2019, infatti, si festeggiano 3 ricorrenze uniche: i 100 anni di fondazione della Tenuta da parte della famiglia Lucchini, i 50 anni di vinificazione e i primi 10 della nuova struttura a firma dell’architetto Botta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Tempo Libero
  • 1