LO STUDIO

Voti alti per le aree di balneazione svizzere

Anche nel 2018 la qualità delle acque è risultata eccellente nei laghi e nei fiumi elvetici

Voti alti per le aree di balneazione svizzere
(Foto Putzu)

Voti alti per le aree di balneazione svizzere

(Foto Putzu)

BERNA - Come negli anni precedenti, nel 2018 la qualità delle acque è risultata eccellente nei laghi e nei fiumi svizzeri. Secondo uno studio europeo, solo i siti di Dorigny (vicino a Losanna) e Pointe de la Bise (GE) hanno ricevuto valutazioni «insufficienti».

L’Agenzia europea dell’ambiente (AEA) ha analizzato in totale 192 aree di balneazione in Svizzera nel 2018. In 144 luoghi è stata raggiunta la valutazione «eccellente» e in dodici «buona» o «sufficiente». In una trentina di casi il voto non è invece stato assegnato a causa di dati insufficienti.

In generale la situazione delle acque in Svizzera è nettamente migliorata negli ultimi decenni ed è possibile fare il bagno praticamente ovunque senza rischi per la salute. Solo le forti piogge possono rendere la balneazione pericolosa.

A livello europeo, alcune spiagge di Italia e Spagna hanno invece visto peggiorare la qualità delle acque. Nel Bel Paese il numero di siti con valutazione «insufficiente» sono passati da 79 a 89, in Spagna da 38 a 50. In Francia c’è stato invece un notevole miglioramento, con i siti «bocciati» passati da 80 a 54.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Tempo Libero
  • 1