logo

Cani avvelenati con il cianuro

Biasca: la polizia cantonale indaga

 
07
settembre
2011
08:54
Red. Online

BIASCA - La polizia cantonale sta indagando sull'avvelenamento di alcuni cani avvenuto negli scorsi mesi a Biasca. Due i cani sono morti, mentre un terzo è stato salvato grazie all'intervento del veterinario. Secondo laRegione, sarebbero state utilizzate esche al cianuro: cervelat contenenti il veleno, lasciati nella zona dell'argine del fiume Ticino. Forse l'autore è qualcuno che non tollera che i cani vengano lasciati scorrazzare senza guinzaglio in quella zona boschiva, ipotizza il quotidiano.

Edizione del 21 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top