A Minoan Air aiuti per un milione

Si avvicina la presentazione del consuntivo 2013 (in rosso) di Lugano Airport

LUGANO - Nella sua breve avventura ticinese, secondo nostre informazioni, Minoan Air avrebbe ottenuto benefici finanziari per circa un milione di franchi. Alcuni diretti, come il contributo di 250 mila franchi per la campagna di marketing, e altri indiretti, come la fruizione scontata di alcuni servizi dell?aeroporto. Tutti messi nero su bianco in un contratto. A qualcuno queste agevolazioni potrebbero sembrare inopportune o addirittura scandalose, visto poi com?è finita con la compagnia greca... Si tratta comunque di una prassi diffusa tra gli aeroporti, ovviamente interessati ad attirare nuove compagnie che aumentino il traffico complessivo dei passeggeri e i relativi introiti dalle tasse. I vettori posso ricevere aiuti in diverse forme  dagli scali, ma anche dagli enti pubblici interessati ad attivare delle rotte particolari, magari fuori mercato: lo sa bene Darwin Airlines, che riceve contributi dalla Regione Sicilia per i collegamenti con le isole di Lampedusa e Pantelleria e dalla Provincia di Bolzano (5,1 milioni di euro in tre anni) per la linea su Roma.All?ultima assemblea del PS cittadino, il consigliere d?amministrazione di Lugano Airport Luca Bolzani ha ricordato che quando si cercava una compagnia per coprire la tratta Lugano-Roma, che garantiva 20 mila passeggeri all?anno e un introito di 800 mila franchi per lo scalo, Minoan era stata l?unica a rispondere sulla trentina d?imprese contattate.Alcuni, non dell?aeroporto, si erano mostrati scettici sull?affidabilità dell?azienda greca (facendo arrabbiare il direttore dello scalo Alessandro Sozzi che aveva parlato di discriminazione) ma in realtà fra i suoi azionisti aveva un simbolo di affidabilità, la Deutsche Bank. Il mercato però non ha riverenza e Minoan, dopo un inizio giudicato deludente, ha deciso di abbandonare Lugano-Roma, Lugano-Vienna e... Lugano, e lo ha fatto grossomodo quando sono terminati i sussidi concordati con l?aeroporto. Si è verificato così il peggiore degli scenari ipotizzati dalla direzione dello scalo, che ha quindi chiuso in rosso anche il bilancio 2013.Bolzani ha annunciato che la perdita nella gestione corrente ammonta a 700 mila franchi, a cui poi vanno aggiunti i sussidi diretti e indiretti a Minoan. Se non avesse dato fiducia alla compagnia greca, l?aeroporto avrebbe semplicemente subito passivamente il mancato introito della Lugano-Roma, andando comunque incontro a un deficit. Lo scalo si è preso un rischio commerciale – come quello, più o meno alto, che si assume ogni azienda – e ha perso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Ticino
  • 1
    L’ANALISI

    Sfitto su e affitti giù? Sì, però...

    A Lugano l’aumento dellle abitazioni vuote alimenta la speranza di trovare una sistemazione a canoni più favorevoli - Gli affitti negli ultimi quattro anni sono calati, ma prima erano cresciuti

  • 2
  • 3
    Pandemia

    Lombardia verso la zona arancione: cosa cambia

    Nella Regione di confine il tasso di positività scende al 12% e l’assessore Gallera annuncia: «Presto allentamento delle misure» - Gli spostamenti oltre confine solo per motivi di lavoro, studio e salute

  • 4
    Aggressione alla Manor

    Radicalismo in Ticino, ombre e casi mai chiariti

    Il nostro cantone è stato crocevia di varie vicende sospette: dai giovani partiti come foreign fighters ai presunti finanziamenti dal Qatar, fino agli scontri legali tra l’imam di Viganello e gli 007 elvetici, che lo accusavano di sostenere la jihad

  • 5
    Territorio

    «Bellinzona, in sé, è già un’idea forte»

    Il paesaggista Andreas Kipar, che ha accompagnato il Municipio cittadino nella stesura del Programma d’azione comunale, risponde alle critiche degli architetti del Seminario di progettazione: «Bisogna pensare prima al corpo, poi all’anima e solo alla fine al vestito: la riflessione deve partire dalla campagna»

  • 1