A un mese dal primo contagio in Ticino, un bilancio con lo specialista

Coronavirus

Il capo servizio malattie infettive del Civico Enos Bernasconi: «Per ora il sistema ha retto bene, settimana prossima gli effetti del lockdown»

A un mese dal primo contagio in Ticino, un bilancio con lo specialista
©CDT/Gabriele Putzu

A un mese dal primo contagio in Ticino, un bilancio con lo specialista

©CDT/Gabriele Putzu

È passato un mese esatto dal primo caso di contagio in Ticino. Era infatti il 25 febbraio quando - come ampiamente previsto vista la situazione in Lombardia - venne a galla il primo paziente positivo nel nostro cantone. Da quel momento, l’evoluzione della pandemia è stata feroce, fulminea. Ma alcuni dati danno speranza. Ne parliamo con il dottor Enos Bernasconi, capo servizio malattie infettive dell’ospedale Civico.

Un mese fa il Ticino registrava il primo caso di contagio. Oggi com’è la situazione?

«In termini generali, abbiamo assistito a una chiara progressione esponenziale dei casi di contagio nella prima fase. Ultimamente stiamo invece notando una certa stabilizzazione. Ma il dato più interessante, per capire la curva epidemica, riguarda il numero di ricoveri. Se il numero dei casi positivi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1