AET e Massagno, breccia nel mercato elettrico

ticino

L’Azienda di Massagno appalta all’AET per 15 anni la vendita di elettricità e si concentra su altri compiti - Primo passo verso la riorganizzazione del sistema - Rossi: «Una maggiore efficienza e prezzo ottimale»

AET e Massagno, breccia nel mercato elettrico
Foto archivio CdT

AET e Massagno, breccia nel mercato elettrico

Foto archivio CdT

Un accordo fra una piccola azienda distributrice e un grosso produttore, destinato ad aprire la via alla riorganizzazione del sistema elettrico cantonale. Lo hanno siglato l’Azienda elettrica di Massagno (AEM) e l’Azienda elettrica ticinese (AET) e prevede una nuova suddivisione dei ruoli, oltre gli steccati che separano chi oggi si occupa solo di produzione e chi invece, a livello locale, prima acquista e poi distribuisce energia all’utenza. Una collaborazione che schiude nuovi scenari e che, si legge in una nota congiunta, è «nell’interesse delle due aziende e della clientela di AEM». In concreto, l’AEM appalterà ad AET la vendita di energia nel suo comprensorio per un periodo di 15 anni. La produzione propria ad opera della Centrale Idroelettrica Stampa sarà inserita da AET nel suo portafoglio...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    Per la contabile truffatrice i conti restano sempre aperti

    Sentenza

    Condannata a 33 mesi di reclusione, in parte sospesi ma anche da scontare, la locarnese che ha rubato per amore - Dovrà restituire 850 mila franchi trafugati alla sua azienda e fatti sparire da un fidanzato «virtuale» che l’ha sedotta e gabbata

  • 3

    Il Consuntivo 2019 ha avuto luce verde dal plenum

    finanze pubbliche

    Il Gran Consiglio ha approvato con 43 voti favorevoli e 30 contrari i conti del 2019 – Manuele Bertoli: «Prima del mio arrivo il Dipartimento era mono colore nei suoi quadri dirigenti» – Christian Vitta: «Il disagio sociale è figlio di un cambiamento della società»

  • 4

    Un caso alle Medie di Losone: classe in quarantena

    Coronavirus

    Solitamente ci vogliono due positivi per imporre la quarantena, ma considerata una gita con pernottamento della scorsa settimana, la misura è comunque stata adottata a livello precauzionale

  • 5
  • 1
  • 1