Appalti, le agenzie interinali vincono a Mon Repos

la sentenza

Per il Tribunale federale il prestito di manodopera non è equiparabile al subappalto - Alcune limitazioni sono però possibili - Giorgio Fonio: «Sono deluso, valuteremo delle controproposte»

Appalti, le agenzie interinali vincono a Mon Repos
© KEYSTONE/Gaetan Bally

Appalti, le agenzie interinali vincono a Mon Repos

© KEYSTONE/Gaetan Bally

Il prestito di manodopera non è da considerarsi subappalto e non è vietato nell’abito delle commesse pubbliche. Lo ha stabilito il Tribunale federale (TF) nell’accogliere parzialmente il ricorso presentato da sei imprese attive in Ticino e dall’organizzazione mantello delle agenzie interinali Swisstaffing contro l’applicazione del divieto di principio del subappalto previsto dall’articolo 24 della Legge sulle commesse pubbliche (LcPubb). Lo stesso, ha reso noto «La Regione», deve essere «parzialmente annullato nella misura in cui assimila l’impiego di personale fornito da terzi al subappalto» in quanto tale norma «è contraria all’Accordo sulla libera circolazione».

La LcPubb, lo ricordiamo, era stata approvata dal Gran Consiglio il 10 aprile 2017 (era entrata parzialmente in vigore il 1. gennaio 2020, ndr.) e la norma contestata era stata inserita grazie a un emendamento dei deputati Giorgio Fonio e Lorenzo Jelmini (PPD). Essa prevedeva che la ditta beneficiaria di una commessa pubblica avrebbe potuto ricorrere alle agenzie interinali solo se non fosse stato possibile reperire la manodopera necessaria attraverso gli Uffici regionali di collocamento. Nella sentenza del 17 marzo il TF ha ritenuto «un tale divieto è però di principio problematico. Esso rende infatti sensibilmente più difficile l’accesso dei lavoratori temporanei al mercato delle commesse pubbliche ticinesi».

Le alternative

La Corte ricorda che delle limitazioni al personale interinale negli appalti pubblici sono tuttavia possibili «a condizione di rispettare il diritto nazionale e internazionale e la relativa giurisprudenza». Ad esempio, «la legge può prevedere che il committente possa esigere che la ditta offerente sia stabile sotto il profilo del personale e che svolga la commessa impiegando personale dirigente che dispone di esperienza nel campo ed è alle sue dipendenze già da tempo». Può inoltre essere preteso «che la maggior parte dei lavoratori impiegati siano già alle dipendenze della ditta e che non siano invece assunti appositamente a tal fine».

La reazione

«C’è un certo dispiacere», ha commentato Fonio, da noi raggiunto telefonicamente. «Purtroppo questa decisione è in linea con quanto stiamo assistendo nel mondo del lavoro, ossia la sua continua precarizzazione. Detto questo valuteremo delle controproposte».

Il precedente di Chiasso

Nel giugno del 2019 Swissstaffing aveva contestato una decisione del Legislativo di Chiasso di adottare una clausola restrittiva nei bandi di concorso della città. In quell’occasione il ricorso era stato inoltrato al Consiglio di Stato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    Quando a vincere non è (solo) un partito

    Le tendenze cantonali

    Schede senza intestazione da record: nella capitale superano addirittura tutti i partiti - Cresce il numero delle donne elette - In termini di seggi negli Esecutivi avanzano PS/Verdi e PLR, mentre registrano una flessione PPD e Lega

  • 4

    Equilibrio a Chiasso ma c’è chi voleva di più

    Dalle urne

    Municipio fotocopia nella cittadina, con il PLR che piazza i suoi due uscenti davanti a tutti - Chi sperava nel raddoppio è rimasto deluso - Il divario tra Arrigoni e Pantani Tettamanti sembra troppo ampio per immaginare una votazione per il sindaco

  • 5

    Il forte cambia bandiera

    Mendrisio

    Dopo aver strappato il sindacato nel 2018, il PLR si prende anche la maggioranza relativa in Municipio - Per i vincitori ha premiato l’aver puntato, una decina d’anni or sono, sul rinnovamento dei candidati - Il PPD ammette la sconfitta: «È arrivato il momento di ricominciare da zero, con una squadra di giovani»

  • 1
  • 1