Apple contro Trivilini: la mela è il frutto della discordia

IL CASO

Una recente decisione dell’Istituto federale della proprietà intellettuale dà ragione al ricercatore ticinese, che dopo aver scelto il frutto per simboleggiare la sua «Dieta digitale» è stato tirato in causa dal colosso di Cupertino - Ora si andrà al Tribunale amministrativo federale (TAF)?

Apple contro Trivilini: la mela è il frutto della discordia
Il pomo della discordia, il simbolo di una mela. (foto Keystone)

Apple contro Trivilini: la mela è il frutto della discordia

Il pomo della discordia, il simbolo di una mela. (foto Keystone)

Nell’immaginario collettivo questo caso richiama la rappresentazione biblica in cui Davide sconfigge Golia. Una metafora abusata, forse, ma che calza a pennello nel caso di Alessandro Trivilini, ricercatore ed esperto di tecnologie, trovatosi (suo malgrado) opposto nientepopodimeno che ad Apple, l’azienda americana fondata da Steve Jobs e riconducibile al logo della mela morsicata. E proprio la mela, quella mela che rappresenta il frutto della conoscenza e nel contempo della discordia, è al centro della diatriba che porta dritto dritto in Ticino.

Ma andiamo con ordine. Trivilini, nel corso del 2019, ha pubblicato un libro dal titolo «La dieta digitale dei sette giorni» che propone per la prima volta un metodo per capire – come sottolinea l’autore – «se sei tu ad usare lo smartphone oppure è...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    La base del PLR ha deciso: via solitaria e no alle congiunzioni

    politica

    È quanto emerso dal sondaggio per il rilancio, i cui risultati sono stati presentati oggi - I giovani si aspettano un partito più provocatorio, mentre è auspicato il coinvolgimento dei membri tramite i gruppi tematici - Bixio Caprara: «Ho constatato che c’è ancora molta voglia di politica»

  • 2

    La ricerca della Moncucco al servizio dell’OMS

    coronavirus

    Lo storico editore scientifico «Wiley» ha proposto agli autori dello studio della clinica ticinese di condividere i propri risultati con l’Organizzazione mondiale della sanità - Altri due lavori condotti dall’équipe medica, infermieristica e fisioterapica hanno ottenuto importanti riconoscimenti

  • 3
  • 4
  • 5

    L’inquinamento torna ai livelli pre-lockdown

    Ambiente

    Dopo il miglioramento della qualità dell’aria registrato tra marzo e aprile i dati nel nostro cantone ora indicano un progressivo ritorno alla «normalità» - Giovanni Bernasconi: «Cifre comunque positive, nel solco del trend degli ultimi anni»

  • 1
  • 1