Apple contro Trivilini: la mela è il frutto della discordia

IL CASO

Una recente decisione dell’Istituto federale della proprietà intellettuale dà ragione al ricercatore ticinese, che dopo aver scelto il frutto per simboleggiare la sua «Dieta digitale» è stato tirato in causa dal colosso di Cupertino - Ora si andrà al Tribunale amministrativo federale (TAF)?

Apple contro Trivilini: la mela è il frutto della discordia
Il pomo della discordia, il simbolo di una mela. (foto Keystone)

Apple contro Trivilini: la mela è il frutto della discordia

Il pomo della discordia, il simbolo di una mela. (foto Keystone)

Nell’immaginario collettivo questo caso richiama la rappresentazione biblica in cui Davide sconfigge Golia. Una metafora abusata, forse, ma che calza a pennello nel caso di Alessandro Trivilini, ricercatore ed esperto di tecnologie, trovatosi (suo malgrado) opposto nientepopodimeno che ad Apple, l’azienda americana fondata da Steve Jobs e riconducibile al logo della mela morsicata. E proprio la mela, quella mela che rappresenta il frutto della conoscenza e nel contempo della discordia, è al centro della diatriba che porta dritto dritto in Ticino.

Ma andiamo con ordine. Trivilini, nel corso del 2019, ha pubblicato un libro dal titolo «La dieta digitale dei sette giorni» che propone per la prima volta un metodo per capire – come sottolinea l’autore – «se sei tu ad usare lo smartphone oppure è...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2
  • 3

    Se il prodotto sei tu, riusciresti a «vendere» te stesso?

    L’intervista

    In un colloquio di lavoro contano anche le mad skills, e i nostri contenuti sui social media possono fare la differenza per essere assunti - Con l’avvento degli influencer, competenze ed esperienza rischiano di passare in secondo piano? Ne parliamo con Luca Massimiliano Visconti, decano della Facoltà di comunicazione, cultura e società all’USI

  • 4
  • 5

    La vecchia Valascia, i bar chiusi, la tenacia della valle

    SOTTO LA LENTE

    Ambrì: quattro passi in paese dopo l’addio alla storica pista biancoblù, fra esercizi pubblici desolatamente con le sedie sui tavoli ed il problema del traffico lungo la strada cantonale - Il sindaco Aris Tenconi: «A livello d’immagine siamo preoccupati, ma restiamo fiduciosi perché le opportunità non mancano» - DITECI LA VOSTRA: alla luce dei cantieri ultimati e di quelli in fase di realizzazione, la Leventina è davvero di fronte alla rinascita?

  • 1
  • 1