Mobilità

Arriva la Pasqua, armatevi di pazienza

A partire da mercoledì lunghi «serpentoni» sono attesi sull’asse nord-sud dell’A2 - Ecco le previsioni del traffico

Arriva la Pasqua, armatevi di pazienza
Venerdì scorso al portale nord del Gottardo.

Arriva la Pasqua, armatevi di pazienza

Venerdì scorso al portale nord del Gottardo.

AIROLO - Come ogni anno durante il periodo pasquale assisteremo sull’asse autostradale alle prima grande ondata di traffico verso il sud. Quest’anno fortunatamente la vacanze scolastiche di primavera in alcuni cantoni a nord delle Alpi sono iniziate già lo scorso fine settimana. Un fatto che, spiega Viasuisse in un comunicato diffuso stamane, potrebbe alleggerire leggermente il traffico pasquale previsto nei prossimi giorni, in particolare a partire da mercoledì.

I primi ingorghi già il mercoledì
Le prime vere e proprie colonne di Pasqua in direzione sud inizieranno infatti tra due giorni. Gli effetti, spiega Viasuisse nel comunicato, si faranno sentire soprattutto sull’A2 in prossimità della galleria del San Gottardo. Chi si metterà in viaggio verso sud il mercoledì con un po’ di fortuna potrebbe non dover pazientare più di un'ora davanti al portale Nord del San Gottardo. La lunghezza delle code non dovrebbe superare i 6 chilometri. Negli ultimi anni, le prime colonne hanno iniziato a formarsi verso le 9.00 del mattino e si sono protratte fino alle 21.00 circa.

Il traffico sarà probabilmente molto più intenso il Giovedì Santo: le prime code sono previste già dalle 7.00 di mattina. Gli automobilisti che arriveranno davanti al portale nord del Gottardo tra le 15.00 e le 23.00, saranno quelli che dovranno pazientare più a lungo. In questo lasso di tempo, il serpentone di automobili potrebbe toccare circa i 10 chilometri, che corrisponde ad un tempo d’attesa di un'ora e 45 minuti. Probabilmente la colonna persisterà durante tutta la notte tra giovedì e venerdì. Le code si formeranno nuovamente venerdì dalle 7.00 del mattino e la loro lunghezza potrebbe toccare nuovamente i 10 chilometri. Tra le 18.00 e le 19.00, il traffico a nord delle Alpi si dissolverà e la galleria stradale più lunga d'Europa sarà normalmente transitabile. Per chi si recherà in Italia, i disagi si riproporranno a Chiasso-Brogeda dove gli automobilisti dovranno fare una sosta obbligatoria prima di attraversare il confine.

Le code al rientro
Secondo Viasuisse molti automobilisti decideranno di far rientro a casa già la domenica di Pasqua e a partire dalle 15.00 circa si ritroveranno nuovamente fermi davanti alla galleria del San Gottardo. I tempi d’attesa non dovrebbero comunque essere superiori a un’ora e un quarto. A partire poi dalle 21.00 le colonne dovrebbero diminuire rapidamente. Sebbene le vacanze di primavera in gran parte della Svizzera e della Germania non finiscano il lunedì di Pasqua, Viasuisse prevede un traffico di rientri molto intenso proprio il giorno di Pasquetta. A partire dalle 10.00 di mattina, le colonne dovrebbero aumentare per toccare il picco 15.00 e le 23.00. In questo lasso di tempo, davanti al portale sud del San Gottardo si prevede una lunghezza massima di 12 chilometri. Per i viaggiatori, questo significa rimanere fermi per almeno tre ore. Un viaggio verso nord senza ingorghi è possibile se si parte la mattina molto presto o se si arriva davanti alla galleria del San Gottardo la sera dopo le 22.00.

Durante gli altri giorni della settimana è sempre possibile che si formino delle colonne davanti al portale sud del San Gottardo. Le ore comprese tra le 11.00 e le 19.00 sono particolarmente soggette ad ingorghi e la lunghezza delle colonne può arrivare fino a 8 chilometri.

Chiusura invernale per molti passi alpini
Viasuisse ricorda infine che i passi del San Gottardo, del Gran San Bernardo e del San Bernardino sono ancora chiusi per la stagione invernale, quindi non sono disponibili come percorsi alternativi. Anche molti altri passi sono ancora chiusi, per cui bisognerà pazientare anche nelle stazioni di carico. Per le partenze, tempi d’attesa saranno da prevedere alla stazione della Furka a Realp, del Lötschberg a Kandersteg e della Vereina a Klosters-Selfranga. Questo tra le 10.00 e le 20.00. Al ritorno le attese sono previste tra le 10.00 e le 19.00 a Oberwald per la linea della Furka, a Goppenstein per il Lötschberg e a Lavin-Sagliains per la Vereina.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1