Arturo Garzoni si dimette

Ticino

Il procuratore pubblico capo opta per il pensionamento anticipato

Arturo Garzoni si dimette
Arturo Garzoni, a sinistra. © CdT/Gabriele Putzu

Arturo Garzoni si dimette

Arturo Garzoni, a sinistra. © CdT/Gabriele Putzu

Il Ministero pubblico comunica di aver preso atto delle recenti dimissioni del procuratore pubblico capo Arturo Garzoni, che saranno effettive dal 31 maggio 2022. La scelta di Garzoni, che ha optato per il pensionamento anticipato, è stata a lungo ponderata ed è legata a ragioni di natura privata.

Classe 1962, studi in diritto e laurea all’università di Zurigo nel 1988, Garzoni ha ottenuto il brevetto di avvocato nel 1991 e quello di notaio nel 1995. Dopo essere stato titolare per più anni di uno studio legale e notarile, è stato eletto Procuratore pubblico nel dicembre 2000, occupandosi sia di reati di polizia sia di reati finanziari e portando in aula penale numerose complesse inchieste. Dal 2018 coordina l’andamento dell’antenna di Bellinzona del Ministero pubblico.

Formulando i migliori auspici per il suo futuro, il Ministero pubblico tiene a ringraziare sentitamente il Procuratore pubblico capo Arturo Garzoni per il prezioso operato e il lavoro svolto con senso del dovere, dedizione e impegno in seno all’autorità inquirente, contribuendo in modo determinante al difficile compito di garantire il rispetto della legge e la tutela della sicurezza.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    Un abbraccio nella morte per inneggiare alla vita

    Evento

    Con «Incanta l’attimo» la musica entra al cimitero di Locarno proponendo una serie di concerti a ridosso della solennità nella quale si ricordano i defunti – Nata lo scorso anno nel momento delicato e doloroso della pandemia, la mini rassegna – in programma sabato e domenica – ha toccato una corda sensibile

  • 2
  • 3
  • 4

    Il prodotto sei tu: riusciresti a «vendere» te stesso?

    L’intervista

    In un colloquio di lavoro contano anche le mad skills, e i nostri contenuti sui social media possono fare la differenza per essere assunti - Con l’avvento degli influencer, competenze ed esperienza rischiano di passare in secondo piano? Ne parliamo con Luca Massimiliano Visconti, decano della Facoltà di comunicazione, cultura e società all’USI

  • 5
  • 1
  • 1