Ascensione e Pentecoste, possibile esodo al Gottardo

viabilità

Contrariamente alle vacanze di Pasqua Viasuisse prevede da mercoledì maggiori spostamenti verso il Ticino con un possibile aumento del traffico sull’asse nord-sud, anche se difficilmente si verificheranno le colonne chilometriche che si registravano prima della pandemia

Ascensione e Pentecoste, possibile esodo al Gottardo
© CdT/Gabriele Putzu

Ascensione e Pentecoste, possibile esodo al Gottardo

© CdT/Gabriele Putzu

Contrariamente alle vacanze di Pasqua per le quali Viasuisse non disponeva di dati comparativi, per l’Ascensione e la Pentecoste si possono azzardare previsioni sul volume di traffico sull’asse del Gottardo. Durante il periodo pasquale, la circolazione in direzione sud è stata moderata e davanti alla galleria del San Gottardo si sono formate solo brevi colonne che hanno toccato al massimo i 4 km di lunghezza. Le restrizioni dovute al coronavirus si stanno lentamente allentando, per cui Viasuisse si aspetta nuovamente un flusso maggiore di traffico sull’asse nord-sud sia per l’Ascensione che per la Pentecoste.

Dopo un anno di restrizioni dovute alla pandemia e grazie anche agli ultimi allentamenti decisi dal Consiglio federale, Viasuisse prevede maggiori spostamenti verso il Ticino durante l’Ascensione e la Pentecoste. Infatti, bar e ristoranti possono nuovamente accogliere gli ospiti sulle loro terrazze e, oltre ai musei, anche gli zoo e i giardini botanici sono aperti ai visitatori. Questo potrebbe portare a un aumento del traffico sull’asse nord-sud con conseguenti code al Gottardo ma senza raggiungere le lunghezze chilometriche che si registravano prima della pandemia. Secondo Viasuisse, come per le vacanze di Pasqua, anche per l’Ascensione e la Pentecoste, il traffico in direzione sud sarà caratterizzato principalmente da turisti provenienti dalla Svizzera tedesca. Tuttavia, anche la situazione nei paesi vicini potrebbe avere ripercussioni sul traffico di transito.

Ascensione e Pentecoste: traffico sostenuto in direzione sud
Il lungo ponte dell‘Ascensione sarà l’occasione per molti di trascorrere qualche giorno al sole del Ticino. Le partenze inizieranno il mercoledì prima dell’Ascensione e non saranno da escludere code di breve durata al portale nord della galleria del San Gottardo. Il traffico potrebbe essere intenso anche il giovedì mattina e poi il sabato e la domenica seguenti in occasione dei rientri. Il richiamo verso il sud delle Alpi si farà nuovamente sentire durante il fine settimana di Pentecoste (domenica 23 e lunedì 24 maggio) quando, tempo permettendo, molti automobilisti si metteranno in viaggio verso le mete turistiche ticinesi o – a seconda della situazione Covid – in direzione dell’Italia. I maggiori disagi davanti alla galleria del Gottardo sono da prevedere il venerdì pomeriggio e il sabato mattina per le partenze. Per i rientri, si prevede traffico intenso il lunedì di Pentecoste e il martedì seguente. Secondo Viasuisse, le colonne in prossimità dei portali della galleria del San Gottardo saranno più lunghe rispetto a quelle registrate durante le vacanze pasquali.

Traffico intenso sulle strade d’accesso ai luoghi di svago
Come era già successo nel 2020, in piena pandemia, per l’Ascensione e la Pentecoste gli svizzeri, invece di recarsi in Ticino, potrebbero preferire visitare i luoghi turistici nelle loro vicinanze. Sarà quindi possibile un aumento della circolazione sulle strade d’accesso alle zone lacustri e alle località di montagna. Particolarmente gettonate potrebbero essere le zone dell’Oberland bernese, la regione del Lago dei Quattro Cantoni e del Lago Lemano così come la zona del passo del Brünig.

Percorsi alternativi
Per evitare gli ingorghi al Gottardo, in alternativa si può transitare dalla A13 del San Bernardino. Questo percorso è particolarmente indicato per chi proviene dall'area metropolitana di Zurigo o dalla Svizzera orientale. Inoltre, alcuni passi alpini saranno già aperti e potranno essere utilizzati come percorsi alternativi.

FFS: importanti restrizioni nella regione di Berna
Il giorno dell’Ascensione, le FFS eseguiranno dei lavori di manutenzione alla stazione ferroviaria di Berna, il che comporterà importanti restrizioni nell'orario dei treni. I passeggeri che viaggiano verso, da e attraverso Berna devono prevedere tempi di viaggio più lunghi, coincidenze con cambi e cancellazioni di treni dalle 21.00 di mercoledì, 12 maggio, fino alla fine del servizio domenica,16 maggio. Oltre al traffico regionale, anche il traffico a lunga distanza sarà pesantemente colpito.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1

    La Golena fra eventi e pipistrelli

    IL CASO

    Bellinzona: giudicata a sorpresa ricevibile la mozione che chiedeva di trasformare il polmone verde in riva al fiume Ticino in un luogo di aggregazione - Adesso si dovrà approfondire come rendere la zona più attrattiva e fruibile - Ok al regolamento sociale e a quello per il sostegno alle associazioni

  • 2

    La Città diventa biancoblù e scende in pista

    SOTTO I RIFLETTORI

    Bellinzona: dopo mesi di accese discussioni il Legislativo approva a maggioranza il contributo straordinario per la Gottardo Arena di Ambrì - Il sostegno sarà di 250.000 franchi, metà di quello previsto inizialmente - No della sinistra alternativa e della destra (a parte il presidente leghista Sacha Gobbi) - Il sindaco Mario Branda: «Non siamo dei filantropi, le valli hanno qualcosa da offrire»

  • 3

    Verzasca e Piano più uniti dalla storia

    Sinergie

    Lettera d’intenti fra la Fondazione del parco e l’associazione del Museo della valle con l’obiettivo di sviluppare punti di contatto in diversi ambiti: dalla raccolta di oggetti alla ricerca

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1