Autunno senza nuvole nere per gli alberghi ticinesi

Turismo

Nel periodo settembre-novembre del 2019 gli arrivi sono stati 289’248 (+4,5%) e hanno generato 603’334 pernottamenti (+2,4%)

Autunno senza nuvole nere per gli alberghi ticinesi
Lo Splendide a Lugano. © CdT/Archivio

Autunno senza nuvole nere per gli alberghi ticinesi

Lo Splendide a Lugano. © CdT/Archivio

Secondo i dati provvisori forniti dall’Ufficio federale di statistica (UST), nel corso dell’autunno 2019 - come ha comunicato l’Osservatorio ticinese del turismo - il flusso di turisti presso le strutture alberghiere del canton Ticino è stato di 289’248 arrivi, i quali hanno generato 603’334 pernottamenti; in termini di variazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si tratta di una crescita di rispettivamente il 4,5% e del 2,4%.

Dall’inizio del 2019 il totale degli arrivi turistici nelle strutture alberghiere è stato di 1’069’593 (+1,4%) mentre, in termini di pernottamenti, si sono registrate 2’254’527 unità (+2,4%). La performance autunnale del Ticino si inserisce in un quadro svizzero a sua volta positivo, sebbene mediamente meno performante rispetto a quello del cantone: infatti, nella Confederazione gli arrivi sono cresciuti dell’1,1% mentre le presenze sono aumentate dell’1,4%.

Tornando al canton Ticino, si rileva come per tutte le quattro regioni turistiche il periodo autunnale abbia portato con sé una crescita generalizzata della domanda di turismo alberghiero. La regione Bellinzona e Alto Ticino ha visto un aumento delle presenze pari al 7,4%, peraltro a fronte di un aumento molto più contenuto degli arrivi (+1,1%), indice di una maggiore permanenza media.

Il Lago Maggiore e Valli ha fatto registrare una crescita degli arrivi del 2,6% e delle presenze del 4,5%, mentre per il luganese i primi sono cresciuti del 4,1% e le seconde del 3,1%. Infine, nella regione più a sud del Mendrisiotto e Basso Ceresio nel corso del trimestre autunnale il numero di turisti è aumentato del 50% e i pernottamenti sono cresciuti del 3,3%.

La situazione in Svizzera: pernottamenti in crescita

Aumento dei pernottamenti in Svizzera nel mese di novembre: il settore alberghiero ha registrato 2,1 milioni di notti, il 3,0% in più dello stesso periodo del 2018. Più contenuti sono stati gli incrementi nei Grigioni (+2,4% a 107’710) e soprattutto in Ticino (+0,3% a 81’385).

Stando alle cifre diffuse stamane dall’Ufficio federale di statistica (UST) nei primi undici mesi dell’anno a livello nazionale i pernottamenti sono stati 36,6 milioni (+1,6%). Una crescita è stata rilevata sia per gli Svizzeri (16,5 milioni) che per gli stranieri (20,2).

Rimanendo nell’ambito degli undici mesi, riguardo alle regioni di provenienza spicca la Germania (3,6 milioni), davanti a Stati Uniti (2,3), Regno Unito (1,5), Cina (1,3) e Francia (1,2). Seguono nell’ordine Paesi del Golfo, Italia e India (tutti a 0,8), nonché Olanda e Belgio (entrambi 0,6).

Autunno senza nuvole nere per gli alberghi ticinesi

Anche per le diverse categorie alberghiere non si registrano segni negativi. L’aumento più consistente è quello relativo ai 5 stelle dove le presenze si sono attestate a 46’121 (+9,0%). A seguire vi sono le strutture a 0-2 stelle, dove i pernottamenti sono stati 185’570 (+6,1%) e quelle a 3 stelle,presso le quali le presenze sono state 22’757 (+5,0%). Molto più contenuto, invece, l’aumento della domanda presso i 4 stelle dove i pernottamenti sono stati 148’886, per una crescita dello 0,7%.

Nell’autunno 2019 si è assistito ad una buona performance per quello che riguarda sia il turismo interno che quello proveniente dall’estero. Presso gli hotel ticinesi, infatti, i confederati sono stati 181’852 (+3,2%) e hanno generato 285’930 pernottamenti (+4.3%). Allo stesso tempo, gli arrivi stranieri sono stati 107’396 (+3,5%) e hanno fatto registrare 217’404 pernottamenti. Tra gli ospiti da fuori confine si segnalano i tedeschi, le cui presenze sono state 60’177 e sono cresciute del 6,3%, e gli statunitensi, i quali hanno generato 20’285 presenze (+22,0%). Per questi ultimi si segnala inoltre la forte crescita avvenuta nel corso di tutto l’anno: il dato cumulato da gennaio a novembre, infatti, vede un totale di 69’753 pernottamenti, per un aumento del 19,2%.

Loading the player...
Il servizio di TeleTicino.
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1