logo

Bellinzona, il travertino fa già cilecca?

Piccole fessure nella pavimentazione interna della stazione FFS inaugurata un anno e mezzo fa

CdT/SIBER
 
16
aprile
2018
06:00
SIBER

BELLINZONA - Piccole buche, alcune crepe, lievi fessure. La pavimentazione dell'atrio e del sottopasso della stazione FFS di Bellinzona inaugurata nell'ottobre del 2016 qua e là sembra già fare cilecca. Quanto segnalato da un lettore del CdT trova conferma facendo un sopralluogo. Abbiamo chiesto alle FFS se sono a conoscenza del (parziale) deterioramento del materiale scelto, quel travertino romano che aveva fatto discutere per la sua provenienza (italiana), quando la nostra regione è ricca di pietra naturale. «Le FFS tengono costantemente sotto controllo lo stato della pavimentazione», risponde il portavoce dell'azienda Patrick Walser. Le FFS hanno concluso una sorta di contratto di manutenzione per eseguire eventuali stucchi, riparazioni e levigature del travertino.

Prossimi Articoli

“Occhio, i turisti vanno a Livigno”

Acquarossa: il direttore degli impianti del Nara Fabio Mandioni lancia un appello al Municipio affinché proceda subito con degli investimenti ritenuti fondamentali

Una fusione sfuma a Bellinzona

La Società dei commercianti della Turrita non si aggregherà con quella di Giubiasco

“Grande fratello” con 39 occhi a Bellinzona

La videosorveglianza è uno dei temi al centro delle numerose interpellanze al Municipio, che però garantisce il rispetto della privacy

Edizione del 20 aprile 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top