logo

Bellinzona, luce verde agli onorari light

Approvato il Regolamento comunale con gli stipendi dei municipali ridimensionati Bocciata la proposta del PLR di aumentare il numero delle Commissioni di quartiere

CdT
 
17
aprile
2018
06:00
Spartaco De Bernardi

BELLINZONA - La soluzione migliore sarebbe stata la completa professionalizzazione della carica. Ma in Ticino i tempi non sembrano essere ancora maturi. Così, via libera alla semi professionalizzazione. Ieri sera il Legislativo di Bellinzona ha approvato per la seconda volta il Regolamento comunale che per sindaco, vicesindaco e municipali prevede un impegno lavorativo tra le 20 e le 28 ore settimanali. E che soprattutto prevede onorari rivisti al ribasso del 22,6% rispetto alla prima proposta che il Legislativo aveva approvato il 18 settembre 2017, ma che era stata bocciata alle urne il 21 gennaio scorso dal 58,3% dei votanti. La proposta bis o light che dir si voglia è stata accettata con i soli voti contrari dell'MPS e dei Verdi. Prevede per il sindaco 95.000 franchi annui (contro i 120.000 inizialmente previsti), per il vice 75.000 (95.000) e per i municipali 65.000 (80.000). Rivisti anche i rimborsi spese: 5.000 al sindaco (inizialmente erano 12.000), 2.500 al vice (9.000) e 2.500 anche ai municipali (6.000). Sulla base delle nuove cifre il risparmio complessivo sarà di 151.000 franchi all'anno, che sull'arco di una legislatura quadriennale diventano 604.000.

 

Edizione del 16 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top