logo

Soffoca l'ex moglie e poi simula il suicidio

Delitto di Monte Carasso: iniziano a chiarirsi i contorni di quello che sembrava un gesto estremo da parte della vittima, una 48.enne svizzera

Archivio CdT
Tragedia.
 
12
luglio
2018
18:00
ADD/J.R.

MONTE CARASSO - Dopo due anni ha ammesso di aver ucciso l'ex moglie di 48 anni a Monte Carasso. Come appreso dal CdT, l'ha soffocata per poi simularne il suicidio. Iniziano a chiarirsi i contorni del delitto sfociato, nel 2016, nella morte di una 46.enne.

In manette ad inizio maggio di quest'anno, ha comunicato oggi il Ministero pubblico, sono finiti l'ex coniuge della vittima (un 48.enne ticinese del Locarnese) e l'attuale consorte, una 39.enne cittadina straniera. L'accusa formulata nei loro confronti dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli è di assassinio, in subordine di omicidio intenzionale. Il movente sarebbe legato a dissidi da ricondurre al divorzio, probabilmente per motivi finanziari.

I dettagli sul CdT in edicola domani, a pagina 11.

Articoli suggeriti

Omicidio di Monte Carasso: arrestata una coppia

Dopo il ritrovamento del cadavere di una donna nel 2016, nei mesi scorsi sono finiti in manette il suo ex marito e la sua attuale consorte

Edizione del 24 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top