Abrogazione della LIA: referendum in forse

L'Unione associazioni dell'edilizia ha rimandato la decisione a venerdì

Abrogazione della LIA: referendum in forse

Abrogazione della LIA: referendum in forse

GORDOLA - Fumata grigia dall'Unione associazioni dell'edilizia (UAE), riunitasi lunedì sera a Gordola per decidere se lanciare o meno il referendum dopo l'abrogazione della legge sulle imprese artigianali (LIA) da parte del Gran Consiglio. «I rappresentanti delle diverse organizzazioni preferiscono avere ancora qualche giorno per discuterne al proprio interno, ma venerdì verrà fatta una scelta» ci ha spiegato il presidente dell'UAE Piergiorgio Rossi dopo oltre due ore di discussioni.

«La raccolta firme – ha sottolineato – non è un passo semplice nei due sensi. Da un lato rinunciarvi potrebbe significare la creazione di una versione annacquata dell'albo da parte della politica, della quale diffidiamo dopo quanto successo. Dall'altro siamo consci che lanciarci nel referendum comporterebbe un investimento importante di energie, con il rischio che il tema venga percepito e compreso solo dagli addetti ai lavori». Dopo aver aperto alla raccolta firme alla luce del verdetto parlamentare, Rossi si è detto a sua volta «combattuto. Abbiamo lottato fino a qui e ora avremmo la possibilità di mantenere vivo il dibattito. Ma lo ripeto: non è un'operazione facile, anche perché il pericolo è che l'operazione venga etichettata come una battaglia personale».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1