Addio all’Intervalves di Biasca: senza lavoro 25 dipendenti

IMPRESE

La ditta attiva nella produzione di valvole per motori chiuderà entro l’estate - Quasi tutti i collaboratori risiedono in zona - Il sindacato OCST ha avviato la fase di consultazione: poi prenderanno avvio gli incontri con il personale e con la dirigenza per definire il piano sociale

Addio all’Intervalves di Biasca: senza lavoro 25 dipendenti
© CdT/Archivio

Addio all’Intervalves di Biasca: senza lavoro 25 dipendenti

© CdT/Archivio

Aveva rischiato il fallimento alla fine del 2012. Ma poi l’Intervalves SA di Biasca, attiva da cinque lustri nella produzione di valvole per motori, si era incamminata a passo spedito verso l’uscita dal tunnel. A salvare l’azienda e i suoi quaranta dipendenti era stato l’imprenditore Karl Heusi (con una pluriennale esperienza nell’industria automobilistica) attraverso la società anonima Intervalves Technologies. Tant’è che le ordinazioni avevano ripreso a crescere. Ma ora la mazzata, resa nota oggi attraverso un comunicato stampa. La ditta chiuderà entro l’estate. La comunicazione è stata data ai dipendenti, riuniti in assemblea, dagli stessi vertici. «La perdita progressiva supera l'importo di 4 milioni di franchi», si legge nella nota. Le difficoltà finanziarie si sono insomma fatte sentire: perderanno il lavoro 25 dipendenti, quasi tutti residenti in zona. Il 2019 è stato «un anno particolarmente negativo con la perdita più alta nella storia dell’azienda. Allo stato attuale non si vedono prospettive di ripresa per il futuro». Il sindacato OCST ha subito avviato la fase di consultazione. Scadrà il 6 marzo. Dopodiché inizieranno gli incontri, dapprima con il personale e poi con i vertici dell’azienda per definire il piano sociale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1