Airolo in lutto per la perdita del vicesindaco Luca Ceresetti

Leventina

È deceduto nel giorno del suo 47.esimo compleanno a causa di una malattia aggravatasi di recente - Dopo una brillante carriera nell’ambito della sicurezza, da due anni come ufficiale della Polizia cantonale dirigeva il Centro di controllo del traffico pesante in costruzione a Giornico - I familiari: «Una vita al servizio della collettività»

Airolo in lutto per la perdita del vicesindaco Luca Ceresetti
Luca Ceresetti se n’è andato a soli 47 anni. ©CdT/Chiara Zocchetti

Airolo in lutto per la perdita del vicesindaco Luca Ceresetti

Luca Ceresetti se n’è andato a soli 47 anni. ©CdT/Chiara Zocchetti

«Ho perso un amico ancora prima che un valido collega di Municipio». Ha comprensibilmente poca voglia di parlare il sindaco di Airolo Oscar Wolfisberg. Il Comune altoleventinese, la Valle Leventina ed il Ticino tutto piangono Luca Ceresetti, il vicesindaco PLR deceduto oggi, venerdì, a causa di una patologia scoperta un paio d’anni or sono che si è però aggravata dopo le vacanze di Natale. Il tragico destino ha voluto che morisse il giorno del suo compleanno, all’età di 47 anni. I funerali si terranno lunedì in forma privata.

Il ricordo dei suoi cari
«La sua vita è sempre stata al servizio dei cittadini, della collettività, sia in ambito privato sia in quello pubblico. Soprattutto è sempre stato attivo nella sicurezza, sia nell’Esercito sia in seguito nella Polizia cantonale». Così i familiari di Luca Ceresetti, vicesindaco dallo scorso aprile, ricordano la figura del proprio caro e, nella fattispecie, il suo impegno a favore della comunità. Il 47.enne era infatti una persona nota non solo ad Airolo per l’attività politica ma pure in tutto il Ticino per aver ricoperto importanti incarichi professionali in ambito pubblico. In qualità di ufficiale subalterno della Polizia cantonale con il grado di tenente, il Consiglio di Stato lo aveva nominato nel febbraio 2020 alla direzione del Centro di controllo autostradale per il traffico pesante a Giornico subordinato al 5. Reparto della Gendarmeria stradale. La nuova funzione era stata introdotta proprio in quella occasione nell’ottica della messa in esercizio del Centro, prevista alla fine di quest’anno, con l’obiettivo di seguire lo sviluppo del progetto e la formazione degli agenti e degli assistenti di polizia che prenderanno servizio in Bassa Leventina.

La formazione a Zurigo e i molti incarichi
Colonnello dell’Esercito di cui era stato anche ufficiale professionista, Ceresetti era titolare di un bachelor in scienze politiche e militari conseguito all’Accademia militare ETH di Zurigo. Era diventato noto agli addetti ai lavori anche per essere stato, tra il 2007 ed il 2013, Comandante del Centro d’intervento del San Gottardo ad Airolo. Dal 2013, prima della nomina di cui abbiamo detto, aveva poi ricoperto il ruolo di caposezione sicurezza ed esercizio di infrastrutture di traffico per uno studio d’ingegneria del Sopraceneri.

Luca Ceresetti in una foto del 2013. ©CdT/Archivio
Luca Ceresetti in una foto del 2013. ©CdT/Archivio
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Quei «pezzi da 90» per la fusione

    SOTTO LA LENTE

    Bassa Leventina: un centinaio di cittadini ha sottoscritto un appello favorevole all’aggregazione fra Bodio, Giornico, Personico e Pollegio che è sostenuto da sei personalità note in valle e non solo – Tra di loro anche il presidente dell’HCAP Filippo Lombardi, il CEO della Tensol Rail Roberto Ballina e l’economista Amalia Mirante

  • 2

    I molti lavori in corso portano più sicurezza

    Autostrada

    In Leventina sono iniziati importanti cantieri e altri si avviano alla conclusione: tra la Biaschina e Stalvedro i giochi sono quasi fatti, il raddoppio del San Gottardo è partito, il Centro di controllo di Giornico viaggia verso il traguardo - Intanto quest’anno a Bellinzona entreranno nel vivo il risanamento fonico ed il semisvincolo

  • 3

    L’operaio è sempre in fin di vita

    INFORTUNIO

    Bellinzona, il 40.enne cittadino italiano ha riportato ferite gravi dopo essere caduto da una scala a chiocciola mentre stava ristrutturando un’abitazione nella frazione di Carasso

  • 4
  • 5

    La quiete dopo la tempesta

    IL CASO

    Bellinzona, proficuo faccia a faccia fra i capigruppo in Consiglio comunale ed il Municipio dopo la burrascosa seduta di Legislativo dello scorso 20 dicembre - A causa della pandemia il PPD e la destra sono tuttavia tornati alla carica chiedendo di svolgere le riunioni extra-muros, partendo dalla prossima in agenda a metà febbraio

  • 1
  • 1