Arrestati tre ladri a Biasca

Fermati da una pattuglia all'alba di domenica, sul loro veicolo sono stati rinvenuti i proventi del saccheggio di sei vetture, per un bottino da 70.000 franchi

Arrestati tre ladri a Biasca

Arrestati tre ladri a Biasca

BIASCA - Nelle prime ore di domenica 27 marzo, poco dopo l'alba a Biasca in via Guisan, nel parcheggio delle Autolinee Bleniesi è stata notata da una pattuglia della Polizia cantonale una vettura VW con targhe estoni. A bordo vi erano tre individui: alla guida un 34.enne e compagni di viaggio un 25enne ed un 30enne tutti di nazionalità estone. Da un controllo nell'abitacolo, la pattuglia ha rinvenuto alcune paia di guanti ed attrezzi da scasso. Nel baule invece sono stati trovati diversi accessori per auto BMW quali volante, specchietti retrovisori, computer di bordo e navigatori per un ammontare stimabile a 70.000 franchi.

Verifiche presso i garage della zona, hanno portato a costatare che nella concessionaria BMW di Biasca erano state danneggiate 6 vetture ed asportato gli accessori riconducibili a quelli ritrovati nel baule dell'auto estone. A verbale i tre uomini hanno dato versioni poco credibili, da parte del magistrato ne è stato quindi ordinato l'arresto. Il terzetto è stato denunciato per furto e per danneggiamento.

Il Giudice per i provvedimenti coercitivi ha già confermato l'arresto dei tre fermati, come informano in una nota Ministero Pubblico e Polizia cantonale. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Fiorenza Bergomi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    Polemica

    Villa Bonetti, Lega e UDC annunciano il referendum

    La maggioranza del Consiglio comunale di Bellinzona incarica il Municipio di partecipare all’asta pubblica per l’acquisto della storica residenza, ma la destra si mette di traverso: «Raccoglieremo le firme bloccando la procedura»

  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
    Il dramma

    «Una donna di cuore, che amava ballare»

    I familiari ricordano Ursula Pantieri, la 67.enne morta a causa dell’incendio nel monolocale in cui abitava al centro per anziani Tertianum di Bellinzona - Gli appartamenti del complesso sono privi di un sistema d’allarme anti-incendio: i figli chiedono chiarezza

  • 1