Assegnati i riconoscimenti in memoria di Venka Miletic

Medical humanities

La Fondazione Sasso Corbaro di Bellinzona ha premiato Valentina Barbato e Maria Cristina Ferrera

Assegnati i riconoscimenti in memoria di Venka Miletic
© CdT/Archivio

Assegnati i riconoscimenti in memoria di Venka Miletic

© CdT/Archivio

Valentina Barbato, di Lipomo (Como), per la tesi «Il ruolo e le competenze dell’infermiere nella valorizzazione della spiritualità durante l’accompagnamento del paziente morente» e Maria Cristina Ferrera, di Bioggio, per la tesi «Mentre tutto scorre. Essere un’équipe riflessiva in una comunità socio-terapeutica per adolescenti». Sono loro le due studentesse della SUPSI insignite del premio Venka Miletic per il 2019. Premio, con il quale la Fondazione Sasso Corbaro per le Medical humanities ricorda annualmente la figura di Venka Miletic, deceduta a Lugano nell'aprile del 2013 all'età di 62 anni. A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, non ha avuto luogo la consueta cerimonia pubblica al castello di Sasso Corbaro a Bellinzona e pertanto i premi, del valore unitario di 3.000 franchi, sono stati assegnati in forma diretta alle due vincitrici. La giuria non ha per contro ritenuto di assegnare la borsa di studio.

Ecco il bando per il 2020

Intanto la Fondazione, in collaborazione con la SUPSI, ha emanato il bando per l’assegnazione dei sussidi di studio per il 2020 (anno scolastico 2019/2020). Si tratta dei due premi, come detto del valore di 3.000 franchi ciascuno, destinati a studenti Supsi autori di una tesi di laurea triennale o un lavoro di diploma in ambito sanitario/sociale/economico nella quale siano ravvisati elementi di autentico interesse per tematiche inerenti le Medical humanities, l’etica clinica e la salute pubblica; di una borsa di studio dell’importo di 4.000 franchi destinata a studenti iscritti a un corso di Medical humanities. I premi hanno lo scopo di dare visibilità e gratificazione a lavori che contribuiscano a diffondere, in ambito sanitario e assistenziale, una interpretazione umanistica della delicata relazione curante/paziente. La borsa di studio ha lo scopo di agevolare il percorso scolastico di studenti orientati a praticare, nella loro esperienza professionale, i principi Medical humanities.

Le domande di partecipazione, redatte sull'apposito formulario che, unitamente al bando completo, può essere scaricato dal sito della Fondazione, www.sasso-corbaro.ch/it/content/premio, dovranno pervenire alla segreteria entro il 31 dicembre 2020.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    «Ecco, vi spiego perché il verde renderà unica la Città»

    IL FUTURO

    Nostra intervista al noto architetto milanese Franco Giorgetta, il quale per il quartiere che nascerà al posto delle Officine FFS di Bellinzona ha immaginato un ampio parco - «L’orticoltura urbana sui tetti servirà per l’approvvigionamento alimentare degli abitanti e non soltanto per lo svago ed il relax»

  • 2

    Coinvolgere i giovani per ripensare il carnevale

    Bellinzona

    Considerata anche la situazione sanitaria, Rabadan e progetto per la gioventù «The Social Truck» hanno avviato una collaborazione sperimentale per creare una rinnovata cultura dell’evento tramite varie iniziative con i ragazzi

  • 3
  • 4
  • 5

    Castelli di carta, ecco i vincitori

    Cultura

    La giuria ha premiato negli scorsi giorni nove adulti e quattro ragazzi che si sono distinti con i loro racconti al concorso letterario promosso dalla Biblioteca cantonale di Bellinzona

  • 1
  • 1