Assistenza, «Giornico è il Bengodi?»

INTERPELLANZA

Il consigliere comunale indipendente Donatello Poggi torna a chiedere lumi al Municipio sui casi e sulla linea adottata dall’autorità sul tema: «La percentuale si aggira attorno al 10%, non è un buon indicatore»

Assistenza, «Giornico è il Bengodi?»
L’ex granconsigliere.

Assistenza, «Giornico è il Bengodi?»

L’ex granconsigliere.

GIORNICO - Assistenze «facili»: Donatello Poggi torna alla carica. Il consigliere comunale indipendente di Giornico ha inoltrato un’interpellanza al Municipio attraverso la quale, in sostanza, chiede i dati e la linea dell’autorità sul tema.

«Si ha l’impressione che Giornico stia diventando il Comune del Bengodi per quanto riguarda le assistenze pubbliche (sociali). Scrivo questo poiché, gente in assistenza (anche parecchio giovane) e trasferitasi a Giornico di recente, è stata chiamata dall’amministrazione comunale per svolgere dei lavori nella squadra esterna e dopo 2-3 giorni ha rinunciato o, peggio ancora, è andata in infortunio», rileva il consigliere comunale e già deputato. Donatello Poggi aggiunge che il Municipio «può (e deve) prendere dei provvedimenti verso chi, in assistenza pubblica, non si comporta come dovrebbe: parlo di richiami, segnalazioni documentate all’Ufficio cantonale competente, controlli ‘visivi’ (verifiche) e riscontri palesi. Poi c’è l’evidenza: ci sono infatti dei Comuni con una percentuale bassissima di gente in assistenza pubblica (forse più severi e ligi?) mentre in altri la percentuale sale di molto». Nell’ente locale bassoleventinese, sempre secondo Poggi, «la percentuale di persone in assistenza sommata a quella dei richiedenti l’asilo si aggira attorno al 10%. Non è un buon indicatore».

Il consigliere comunale indipendente chiede all’Esecutivo quanti sono i casi di assistenza e quanti quelli di persone arrivate negli ultimi 18 mesi a Giornico già in assistenza. «L’amministrazione comunale ha effettuato dei richiami o dei ‘solleciti’ negli ultimi tempi verso assistiti? Sono state fatte segnalazioni, in questo ambito, all’Ufficio cantonale competente? Se sì, quante negli ultimi 12 mesi?», domanda Poggi. Il quale vuole infine conoscere «la linea del Municipio in merito al tema» e se non è il caso di «cambiare atteggiamento».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    Il lato umano di Alain Berset: fra cori, selfie e sorrisi

    BELLINZONA

    Il consigliere federale si è goduto appieno i festeggiamenti del Primo agosto organizzati dalla Città a Monte Carasso - «Da giovane venivo in Ticino ad allenarmi»: ora, da mesi, sta affrontando la maratona chiamata coronavirus

  • 3
  • 4

    Furto con scasso, due arresti

    san vittore

    Fermati a Stabio un 19.enne croato ed un 20.enne serbo che stavano pianificando altri colpi - La refurtiva è stata recuperata

  • 5

    «La pandemia genera incertezza: solo restando uniti vinceremo la sfida»

    MONTE CARASSO

    Oratore ufficiale al Natale della Patria organizzato dalla Città di Bellinzona, il consigliere federale Alain Berset ha ribadito che il Ticino ha dimostrato «in modo straordinario di essere una comunità solidale» durante l’emergenza sanitaria - Il sindaco Mario Branda: «Il coronavirus ci ha resi tutti simili» - FOTO E VIDEO CON INTERVISTA

  • 1
  • 1