Atti osceni in piscina: condannato

SENTENZA

Un uomo del Sopraceneri è stato ritenuto colpevole di tentati atti sessuali con fanciulli per essersi masturbato mentre era in un bagno pubblico ticinese - In quel momento erano presenti anche dei bambini - Probabile il ricorso in Appello

Atti osceni in piscina: condannato
© CdT/Archivio

Atti osceni in piscina: condannato

© CdT/Archivio

Non era un atto di esibizionismo, però sono cose che in pubblico non vanno ovviamente fatte. Un cinquantenne del Sopraceneri è stato condannato oggi in Pretura penale a Bellinzona per essersi masturbato, in un’occasione, in un bagno pubblico ticinese. L’uomo, che continua a respingere ogni addebito (non è escluso, a questo proposito, il ricorso in Appello), è stato ritenuto colpevole di tentati atti sessuali con fanciulli in quanto in quel lasso di tempo nella struttura si aggiravano almeno tre bambini. La giudice Elettra Orsetta Bernasconi Matti gli ha inflitto una pena sospesa di 60 aliquote giornaliere da 30 franchi, parzialmente ridotta rispetto a quanto aveva chiesto la procuratrice pubblica Chiara Borelli (assente giustificata in aula). Il patrocinatore dell’imputato, l’avvocato Beni Dalle Fusine, si era per contro battuto per il proscioglimento del suo assistito.

I fatti sono capitati quasi due anni fa, negli spazi interni della struttura. L’uomo, coperto unicamente da un telo da bagno, si è procurato piacere noncurante della presenza degli altri bagnanti. L’increscioso episodio è stato ripreso da una videocamera. «L’accusato non voleva assolutamente attirare l’attenzione dei bambini, questi ultimi sono passati per caso. Inoltre non ha mai mostrato le parti intime. Sa di aver sbagliato e si scusa per l’accaduto», ha rilevato il legale nella sua breve arringa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    È pugno duro contro i «furbetti della benna»

    IL CASO

    Sant’Antonino ha deciso di combattere il pendolarismo di coloro che vanno a gettare gli ingombranti pur non abitando in paese - Dal 2020 verrà introdotta la tessera di identificazione per accedere all’Ecocentro come previsto dal nuovo regolamento

  • 2

    Traffico di droga, l’omicida del Ceneri non ci sta

    GIUDIZIARIA

    Il 34.enne del Bellinzonese ha inoltrato dichiarazione d’appello contro la condanna a 5 anni e 4 mesi di detenzione per aver smerciato stupefacenti - Si va dunque verso il dibattimento di seconda istanza di fronte alla Corte di Locarno

  • 3

    Greina è libera e torna a volare

    Animali

    La coturnice era stata trovata a terra in valle di Blenio, intontita, sotto peso e scoordinata nei movimenti - I volontari della SPAB si sono presi cura di lei

  • 4

    Si sogna in grande anche senza Messi

    STADIO

    Il fenomeno argentino e il Barcellona non giocheranno mai a Castione, tuttavia a breve si procederà alla ristrutturazione con ampliamento del centro sportivo - È il palcoscenico dell’Unione Sportiva Arbedo che milita in Seconda Lega regionale ma ha ambizioni ben maggiori

  • 5
  • 1
  • 1