Atti osceni in piscina: condannato

SENTENZA

Un uomo del Sopraceneri è stato ritenuto colpevole di tentati atti sessuali con fanciulli per essersi masturbato mentre era in un bagno pubblico ticinese - In quel momento erano presenti anche dei bambini - Probabile il ricorso in Appello

Atti osceni in piscina: condannato
© CdT/Archivio

Atti osceni in piscina: condannato

© CdT/Archivio

Non era un atto di esibizionismo, però sono cose che in pubblico non vanno ovviamente fatte. Un cinquantenne del Sopraceneri è stato condannato oggi in Pretura penale a Bellinzona per essersi masturbato, in un’occasione, in un bagno pubblico ticinese. L’uomo, che continua a respingere ogni addebito (non è escluso, a questo proposito, il ricorso in Appello), è stato ritenuto colpevole di tentati atti sessuali con fanciulli in quanto in quel lasso di tempo nella struttura si aggiravano almeno tre bambini. La giudice Elettra Orsetta Bernasconi Matti gli ha inflitto una pena sospesa di 60 aliquote giornaliere da 30 franchi, parzialmente ridotta rispetto a quanto aveva chiesto la procuratrice pubblica Chiara Borelli (assente giustificata in aula). Il patrocinatore dell’imputato, l’avvocato Beni Dalle Fusine, si era per contro battuto per il proscioglimento del suo assistito.

I fatti sono capitati quasi due anni fa, negli spazi interni della struttura. L’uomo, coperto unicamente da un telo da bagno, si è procurato piacere noncurante della presenza degli altri bagnanti. L’increscioso episodio è stato ripreso da una videocamera. «L’accusato non voleva assolutamente attirare l’attenzione dei bambini, questi ultimi sono passati per caso. Inoltre non ha mai mostrato le parti intime. Sa di aver sbagliato e si scusa per l’accaduto», ha rilevato il legale nella sua breve arringa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    Secondo tubo del San Gottardo: iniziati i primi lavori

    Galleria

    Le opere preliminari hanno già preso il via a Göschenen, mentre ad Airolo, nel corso del 2020, è prevista la costruzione di un silo provvisorio per il sale - L’inizio dei lavori principali, sia a sud, sia a nord, è atteso nel 2021

  • 3

    La Città in soccorso di Casa Marta

    Bellinzona

    Il Municipio accorda un ulteriore sostegno finanziario di 450.000 franchi a favore della realizzazione del centro di accoglienza per senza tetto

  • 4

    Officine FFS, la progettazione in mani ticinesi

    CASTIONE

    Il Consorzio Al Galett, con a capo lo studio Orsi & Associati di Bellinzona, si è aggiudicato il concorso con un’offerta di 12,1 milioni di franchi - Inizio dell’attività a fine mese, durata di 7 anni

  • 5
  • 1
  • 1