«Bambini ed anziani non si incroceranno»

Botta e risposta

La Città di Bellinzona replica all’MPS che in una interpellanza al Consiglio di Stato criticava la scelta di allestire il centro di vaccinazioni per over 80 nell’aula magna delle Scuole nord

«Bambini ed anziani non si incroceranno»
Le Scuole elementari nord. @ CdT/Archivio

«Bambini ed anziani non si incroceranno»

Le Scuole elementari nord. @ CdT/Archivio

È lecito mettere a rischio decine di anziani che per sottoporsi alla vaccinazione anti-COVID potrebbero entrare in contatto con centinaia di bambini? Lo chiedono al Consiglio di Stato i deputati dell’MPS Matteo Pronzini, Simona Arrigoni ed Angelica Lepori al riguardo del centro di prossimità che il Municipio di Bellinzona ha deciso di istituire nell’aula magna delle Scuole elementari . Centro che aprirà oggi, venerdì 22 gennaio, per una durata minima di tre giorni con la possibilità che rimanga in funzione anche durante i giorni feriali della prossima settimana. Senza volersi sostituire al Governo cui spetta la risposta agli interrogativi sollevati dall’MPS, la Città per voce del segretario comunale Philippe Bernasconi puntualizza che «tutto è stato predisposto affinché gli anziani che si recano al centro per ricevere la vaccinazione non incrocino gli allievi».

Ad ognuno il proprio ingresso

Questi ultimi entreranno nell’edificio scolastico attraverso percorsi separati da quelli che conducono all’aula magna. A vegliare sul rispetto delle separazioni, anche durante la ricreazione, vi saranno i militi della PCI. Sulla scelta dell’aula magna delle Scuole nord, peraltro concordata con il Cantone e ritenuta l’opzione migliore considerata l’urgenza di dover predisporre in pochi giorni il servizio, il segretario comunale rileva che si tratta di uno spazio situato in un posizione centrale e che è dotato dei collegamenti alla rete necessari per informatizzare la procedura.

A disposizione 600 dosi

Per questa prima fase di vaccinazione prevista su tre giorni, da oggi a domenica, sono disposizione 600 dosi di vaccino. La loro somministrazione è riservata a persone con più di 80 anni e ai loro conviventi over 75 che si sono annunciati all’amministrazione comunale e che sono stati ricontattati per ricevere un appuntamento.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1