Riconoscimento

Bellinzona diventa una «Fair Trade Town»

La capitale del Ticino è stata premiata per il suo impegno nel settore del commercio equo, con il supporto di aziende, ristoranti, scuole, case per anziani e altri istituti comunali

Bellinzona diventa una «Fair Trade Town»

Bellinzona diventa una «Fair Trade Town»

BELLINZONA - La capitale del Ticino è diventata ufficialmente una «Fair Trade Town», la nona città in Svizzera e la seconda località della Svizzera italiana dopo il Comune di Capriasca. Bellinzona festeggia così la sua scelta a favore di «un consumo equo e responsabile», ha spiegato il Municipio in una nota stampa.

Alla cerimonia pubblica di distinzione, tenutasi oggi a palazzo civico, hanno preso parte il sindaco di Bellinzona, Mario Branda, la presidente del Consiglio Nazionale Marina Carobbio Guscetti, il presidente Swiss Fair Trade Tobias Meier, Sophie de Rivaz in rappresentanza di Sacrificio Quaresimale e Swiss Fair Trade, il sindaco di Capriasca Andrea Pellegrinelli.

Questo titolo, conferito dall’associazione mantello del commercio equo Swiss Fair Trade, è un riconoscimento per chi sostiene una forma di partenariato economico che garantisca al produttore un prezzo ritenuto giusto, tutelando al contempo territorio e ambiente.

La distinzione Fair Trade Town è conferita a Città e Comuni che dimostrano un impegno particolare nell'ambito del commercio equo. Questo processo ha coinvolto, e continuerà a coinvolgere, aziende, ristoranti, bar, nonché scuole, case per anziani e istituzioni comunali che sino ad ora si sono dimostrati entusiasti dell’iniziativa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1