Bellinzona, quei segnali misteriosi

In città, nottetempo, sono apparse scritte non ufficiali che indicano la via per i castelli - L'organizzazione turistica ha segnalato il fatto, anche il Comune non ne sa nulla

Bellinzona, quei segnali misteriosi

Bellinzona, quei segnali misteriosi

Bellinzona, quei segnali misteriosi

Bellinzona, quei segnali misteriosi

BELLINZONA - C'è curiosità tra i bellinzonesi per i numerosi disegni apparsi nottetempo in alcuni punti della città. Indicano la via per i castelli medievali, con l'immagine appunto di una rocca che racchiude un numero, come si vede nella foto scattata in piazza Collegiata, all'imbocco della salita San Michele che conduce all'omonimo fortilizio (oltre che in Vicolo al Sasso, salendo da piazza Nosetto).

Già da qualche giorno, anche sul selciato di Castelgrande, erano apparse pure delle frecce di colore azzurro, a cui adesso si sono aggiunti i disegni. Una polemica sulla presunta insufficienza di segnali? Uno spontaneo invito a visitare il patrimonio Unesco? Indicazioni per una gara sportiva? Una semplice goliardata o altro ancora? Anche i responsabili della promozione dei castelli sono all'oscuro di tutto. "Abbiamo segnalato la presenza di queste scritte e speriamo possano essere ripulite" spiega contattato dal CdT Gian Luca Cantarelli, direttore dell'Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino. E aggiunge: "Se qualcuno sa qualcosa ce lo dica". Anche il Comune non è al corrente di questa iniziativa. Da parte sua un commerciante ha tentato di smascherare il o gli autori facendo capo alle registrazioni della videosorveglianza, ma senza esito positivo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1