14 giugno

Bellinzona si tinge di viola

Sciopero: le donne accorrono da ogni angolo del cantone nella capitale per il corteo e le manifestazioni per la parità di genere - FOTO e VIDEO

Bellinzona si tinge di viola
Foto Putzu

Bellinzona si tinge di viola

Foto Putzu

Bellinzona si tinge di viola
Foto Putzu

Bellinzona si tinge di viola

Foto Putzu

Bellinzona si tinge di viola
Foto Putzu

Bellinzona si tinge di viola

Foto Putzu

Bellinzona si tinge di viola
Foto CdT

Bellinzona si tinge di viola

Foto CdT

Bellinzona si tinge di viola
Foto CdT

Bellinzona si tinge di viola

Foto CdT

Bellinzona si tinge di viola
Piazza del Sole a Bellinzona. (Foto CdT)

Bellinzona si tinge di viola

Piazza del Sole a Bellinzona. (Foto CdT)

Bellinzona si tinge di viola
Foto CdT

Bellinzona si tinge di viola

Foto CdT

BELLINZONA (aggiornato alle 17.15) - Tante, tantissime, sono le donne che sono accorse a Bellinzona oggi da ogni angolo del cantone per partecipare al corteo in occasione dello sciopero delle donne, che si snoderà lungo le vie del centro, da Piazza del Sole fino a Piazza Governo, e ribadire la necessità di una vera parità di genere.

L’atmosfera è di festa nella capitale anche se, chiacchierando con i presenti, ad emergere è soprattutto una certa insofferenza per “aver ottenuto dei diritti sulla carta ma non di fatto”. Le “veterane” che nel 1991 sfilarono in prima linea allo sciopero nazionale si mescolano così con le giovanissime che, terminata proprio oggi la scuola, hanno deciso di “approfittare di questa giornata per essere qui e far vedere che ci siamo”, ci racconta Mara, studentessa al liceo di Bellinzona. “Siamo consapevoli che questa giornata non potrà cambiare la situazione dall’oggi al domani – aggiunge una mamma intenta a cullare il proprio bimbo – ma è un primo passo. Non fare nulla sarebbe solo peggio”.

Varie e numerose le attività organizzate già da questa mattina nella capitale. Tutto è iniziato dalle 11 con la lettura, in Piazza Governo, dell’Appello per uno sciopero femminista e delle donne, la tavola rotonda «Narrazioni al femminile: le donne migranti in Svizzera e nel mondo». Terminato il pranzo in comune il pomeriggio si è proseguito all’insegna della lettura collettiva del libro «Dovremmo essere tutti femministi» e con l’atelier «Sex positive», seguito dall’azione «Butta quello che ti indigna».

Alle 17, il culmine della giornata, con il ritrovo in Piazza del Sole, da dove partirà il corteo in direzione di Palazzo delle Orsoline. Alle 18 sono previsti i discorsi e la lettura delle risoluzioni prima di lasciare il palco – dalle 20 – al concerto di Semilla e Lavinia Mancusi. La manifestazione si concluderà alle 22.

Loading the player...
Il corteo lungo le vie di Bellinzona
Loading the player...
Il corteo è pronto a partire.
Loading the player...
Loading the player...
L’atmosfera a Bellinzona in attesa del corteo. (Video Putzu)
Loading the player...
L’intervista di Viola Martinelli a Chiara Landi del gruppo donne UNIA.
Loading the player...
Marialuisa Parodi, presidente Faft, al microfono di Viola Martinelli.
Loading the player...
Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Articoli Suggeriti
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    CADENAZZO

    Le luci rosse si stanno spegnendo

    Dopo le polemiche per la morte di una trans è migliorata la situazione allo stabile al Bosco anche se sono ancora presenti delle prostitute - Nelle scorse settimane vi è stato un primo controllo di polizia

  • 2
    GASTRONOMIA

    «Lo streetfood non va demonizzato»

    Il presidente di GastroTicino Massimo Suter invita i ristoratori «a capire le esigenze della clientela che sceglie le piazze» - Intanto Bellinzona si prepara alla quarta edizione del festival in programma da venerdì

  • 3
  • 4
    INTERPELLANZA

    Assistenza, «Giornico è il Bengodi?»

    Il consigliere comunale indipendente Donatello Poggi torna a chiedere lumi al Municipio sui casi e sulla linea adottata dall’autorità sul tema: «La percentuale si aggira attorno al 10%, non è un buon indicatore»

  • 5
    BELLINZONA

    C’è Easyvote all’ombra dei castelli

    La Città aderisce al progetto volto a promuovere l’esercizio del diritto di voto dei giovani iscritti nel catalogo elettorale - Si partirà con le elezioni federali di ottobre

  • 1