Bellinzona si tinge di viola, al via la giornata di sciopero

14 GIUGNO

Un flash mob di denuncia contro la disparità salariale è previsto alle 15.19 in Piazza del Sole – Alle 18 il corteo partirà in direzione di Piazza Governo

Bellinzona si tinge di viola, al via la giornata di sciopero
© CdT/Gabriele Putzu

Bellinzona si tinge di viola, al via la giornata di sciopero

© CdT/Gabriele Putzu

«Indietro non torniamo». È con questo slogan che le donne si approcciano all’odierna giornata di sciopero, che verrà celebrata nella capitale. Lo spirito femminista porterà avanti tre principali rivendicazioni: salari migliori, pensioni corrette e posti sufficienti per la cura dei bambini.

In particolare, l’attenzione verrà posta sulle conseguenze della pandemia, a livello sociale e economico, che hanno toccato maggiormente proprio le donne, anche in Svizzera. La crisi che ha cambiato il mondo negli ultimi 18 mesi ha evidenziato l’importanza di molte professioni in cui le donne sono in maggioranza, ma le loro condizioni di lavoro e i loro salari arrancano. Sanità, servizi alle persone, commercio al dettaglio, scuola. Ma anche l’homeworking, che «aumenta i ritmi di lavoro e mette le donne nelle condizioni di dover gestire nello stesso spazio e nello stesso tempo lavoro e famiglia». Il confinamento infine ha reso ancora più grave il fenomeno della violenza domestica.

«Due anni dopo lo Sciopero delle donne 2019 di progressi verso l’uguaglianza non se ne sono praticamente visti - scrive dal canto suo il sindacato Syndicom -. Anzi, tra il 2014 e il 2018, il divario salariale tra uomini e donne è cresciuto, invece di ridursi, e corrisponde tutt’ora ancora a circa un quinto di differenza nei salari». Ma oggi non viene pure tralasciata la discussa riforma AVS. «Mercoledì scorso, il Parlamento si è espresso a favore di un innalzamento dell’età di pensionamento delle donne a 65 anni. Si tratta di un ennesimo affronto - dichiara UNIA -. Con la riforma AVS21, quando già sono gravemente penalizzate al momento del pensionamento, le donne dovranno lavorare ancora di più».

Bellinzona si tingerà pertanto di viola. A partire da mezzogiorno, con un pic nic femminista e un momento di lettura. Alle 15.19, poi, sarà il momento dell’«assedio al castello dei privilegi» in Piazza del Sole, un flash mob di denuncia contro la disparità salariale. «Alle 15.19, infatti, ogni donna in Svizzera smette di essere retribuita rispetto al suo collega di sesso maschile». Il corteo è previsto alle 18, da Piazza del Sole fino a Piazza Governo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Teatro e Musei sotto esame a Bellinzona

    Cultura

    La minoranza della Commissione della Gestione, formata da Lega e UDC, chiede un approccio maggiormente dinamico e trasparente nella conduzione operativa dei due enti autonomi

  • 2

    «Opere pubbliche, serve più velocità»

    Biasca

    La Commissione della Gestione invita il Municipio a non far passare troppo tempo tra la richiesta dei crediti di progettazione e quelli di costruzione - Occhio anche ai preventivi

  • 3

    Ancora più case vuote, ma il fenomeno rallenta

    Bellinzonese

    Sale di nuovo lo sfitto intorno dentro e intorno alla capitale, ora al 3,40% e secondo solo al Mendrisiotto - C’è però una frenata rispetto al poderoso incremento registrato tra 2019 e 2020 - Il trend del distretto rispecchia così quanto registrato a livello cantonale - Le Tre Valli in controtendenza

  • 4

    «L’ha gettata dal balcone: 18 anni»

    Sentenza

    Aumentata dalla Corte di appello e revisione la pena nei confronti del 40.enne eritreo riconosciuto colpevole di aver assassinato la moglie il 3 luglio del 2017 a Bellinzona - In primo grado gli erano stati inflitti 16 anni

  • 5

    Piazza Governo si tinge di arancione

    BELLINZONA

    Il Consiglio di Stato ha deciso di aderire e partecipare alla settimana d’azione «Sicurezza dei pazienti 2021» promossa dalla Fondazione Sicurezza dei pazienti Svizzera

  • 1
  • 1