«Bellinzona sia solidale con gli esercenti»

PANDEMIA

Attraverso una mozione urgente i consiglieri comunali dei Verdi Ronald David e Marco Noi chiedono di prendere esempio da Yverdon che ha introdotto un’azione concreta di sostegno al settore forse più colpito dalla crisi sanitaria

«Bellinzona sia solidale con gli esercenti»
© CdT/Zocchetti

«Bellinzona sia solidale con gli esercenti»

© CdT/Zocchetti

Un «vero sostegno» alla ristorazione di Bellinzona. È quanto auspicano, attraverso una mozione urgente, i consiglieri comunali dei Verdi Ronald David e Marco Noi per aiutare il settore forse più colpito dalla crisi sanitaria. Gli ecologisti portano quale esempio quanto fatto da Yverdon, che ha promosso un’azione concreta a favore degli esercenti da metà gennaio: «Riprendendo quanto già previsto nel Comune vodese la Città di Bellinzona potrebbe offrire la possibilità agli esercizi pubblici che subiscono una limitazione legata alla pandemia di permettere durante il periodo di chiusura di concedere uno sconto di 10 franchi per ogni pasto consegnato a domicilio dagli esercizi pubblici che aderiscono all’iniziativa. Questi 10 franchi verranno poi presi a carico dalla Città di Bellinzona».

Secondo gli esponenti ecologisti «un’iniziativa di questo tipo consentirebbe di stimolare il ricorso ai commerci locali (in questo caso ristoratori) e di far sì che questa categoria possa svolgere al meglio il proprio lavoro portando a tavola dei bellinzonesi le loro specialità. Tutta la filiera alimentare legata al settore della ristorazione ne trarrebbe evidentemente beneficio».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1