Bellinzona, un milione per le PMI

Prestiti

Ecco come fare capo al nuovo fondo comunale per le aziende in difficoltà - Nuove disposizioni per la raccolta rifiuti in città

 Bellinzona, un milione per le PMI
©TI-PRESS/ALESSANDRO CRINARI

Bellinzona, un milione per le PMI

©TI-PRESS/ALESSANDRO CRINARI

Il Municipio di Bellinzona ha confermato la costituzione di un fondo di un milione di franchi per l’erogazione di prestiti a tasso zero per le PMI cittadine. Previste inoltre altre agevolazioni, quali la rinuncia al prelievo degli interessi sui crediti d’imposta dal 1.3. al 31.12.2020 e il ritardo nell’emissione di alcune tasse causali, che potranno pure parzialmente essere condonate a seconda del perdurare dell’attuale chiusura generalizzata (ad esempio la tassa sull’uso del suolo pubblico). Le modalità di erogazione degli aiuti partono dal presupposto che l’azione del Comune deve essere coordinata e sussidiaria rispetto a quanto stanziato da Cantone e Confederazione. L’Azienda Multiservizi Bellinzona da parte sua ha deciso di prolungare i termini per l’incasso delle proprie fattura a 60 giorni.

Il Fondo “Aiuto d’emergenza all’economia locale” è stato creato per un aiuto d’emergenza all’economia locale, con un capitale di 1 milione di franchi. Esso servirà ad erogare prestiti fino a fr. 10'000 per richiedente, con una durata massima di 36 mesi a interessi zero. Il Fondo agisce in modo sussidiario rispetto alle misure adottate da Confederazione e Cantone: gli interessati sono invitati innanzitutto a far capo alle misure di Confederazione e Cantone e solo successivamente si valutano ulteriori scoperti da coprire con il prestito comunale. In particolare, possono accedere all’aiuto le ditte individuali, le società semplici, le società in nome collettivo, le società a garanzia limitata con domicilio, sede o succursale in Città e che, come detto, hanno già richiesto di accedere agli strumenti messi in a disposizione dalle autorità superiori. I beneficiari ammessi potranno ottenere prestiti per far fronte a spese improrogabili, quali ad esempio affitti, interessi e ammortamenti ipotecari o legati ad altro genere di credito per immobili o macchinari e attrezzature. Sarà verificata l’esistenza del richiedente prima del 1.3.2020 così come la sua solidità finanziaria prima di tale data.

Il Settore finanze e promozione economica da lunedÌ 30 marzo 2020 si occuperà di gestire le modalità di accesso al Fondo comunale e di offrire la necessaria consulenza agli imprenditori, per indirizzarli verso le misure e gli interlocutori più appropriati. Telefono: 058 203 14 20, mail: economia@bellinzona.ch.

Raccolta rifiuti, nuove disposizioni

La situazione conseguente al Covid-19 ha imposto alle autorità l'adozione di misure drastiche per limitare la diffusione del virus. Le regole adottate, sostanzialmente basate su disposizioni di ordine superiore, hanno ovviamente un impatto considerevole sui servizi alla popolazione.

Nell'intento di allinearsi alle norme transitorie del Cantone la Città ha deciso di ridurre determinate attività anche nell'ambito della gestione dei rifiuti; in particolare, vista la costante presenza di utenti negli ecocentri, il Municipio ha deciso di attuare temporaneamente i seguenti correttivi.

Raccolte porta a porta (RSU, carta) assicurate come in precedenza; vale anche per gli scarti vegetali nei quartieri di Bellinzona e Giubiasco.

Gli ecopunti rimangono accessibili con le stesse modalità in uso sino ad ora.

Gli ecocentri sono aperti in modalità limitata e unicamente per la consegna di vetro, PET e scatolame in metallo.

Inoltre le entrate agli ecocentri di Bellinzona, Giubiasco e Claro saranno contingentate (saranno presenti sul posto agenti di sicurezza).

Giorni di apertura e orari rimangono invariati; valgono le usuali indicazioni del calendario rifiuti.

La consegna di tutte le altre tipologie di materiale (ingombranti, apparecchi elettrici, scarti edili, oli, pile, rifiuti speciali, ecc.) è momentaneamente sospesa; sono pure sospese le consegne legate ai progetti pilota per la raccolta separata della plastica e dell’umido.

Per i quartieri di Bellinzona, Giubiasco, Camorino, Sementina, Gudo e Monte Carasso sarà predisposta transitoriamente una specifica area di consegna di scarti vegetali in via Mondari a Giubiasco (di fronte al Garage Winteler-Mercedes). La piazza sarà aperta da martedì a sabato (compresi), orario 8.00-12.00/13.00-17.30. L’accesso sarà contingentato tramite l’ausilio di agenti di sicurezza. Gli abitanti dei quartieri di Gnosca, Gorduno, Preonzo e Moleno potranno consegnare gli scarti vegetali al deposito di Preonzo, mentre gli abitanti di Claro potranno continuare a far riferimento alla piazza dell’ecocentro del quartiere. Per Pianezzo e S. Antonio valgono le stesse modalità in uso sino ad ora.

Andranno previsti tempi di attesa e colonne per la consegna nei punti controllati.

Per altre indicazioni di servizio si invita l’utenza ad attenersi alle disposizioni del personale dei Servizi urbani ed alle indicazioni esposte nei punti di raccolta.

Le presenti disposizioni saranno attive da lunedì 30 marzo prossimo.

Il Municipio rinnova l’invito ad uscire solo se strettamente necessario.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Opere pubbliche bellinzonesi, in CC c’è chi frena

    Legislativo

    L’MPS e i due fuoriusciti leghisti vogliono vederci chiaro sulla questione dei sorpassi di spesa prima di accogliere ulteriori crediti - La maggioranza ha comunque approvato gli investimenti al Bagno pubblico e per l’ammodernamento della sala del Legislativo - Si prosegue domani sera con altri importanti dossier

  • 2

    Uniti nel dolore, per uscirne più forti

    BELLINZONA

    Via libera del Consiglio comunale, in seduta extra muros a Sementina, alla costituzione del fondo da un milione di franchi per sostenere le attività economiche colpite dal coronavirus - Il capodicastero Finanze e economia Mauro Minotti: «Non pensiamo solo ai commerci»

  • 3

    Bellinzona, un Consiglio comunale a distanza di sicurezza

    Seduta

    Il Legislativo è riunito eccezionalmente alla palestra di Sementina dove gli ampi spazi permettono l’applicazione delle misure anti contagio - Banchi singoli ad almeno due metri, disinfettante per le mani a disposizione così come le mascherine indossate da soli due membri - Bocciata la proposta di dibattere il tema delle numerose vittime in casa anziani - LE FOTO

  • 4

    Condannati a tre anni per la truffa risarcita

    Processo

    Pene parzialmente sospese per l’amministratore e il titolare di una ditta di commercio di rottami del Bellinzonese - Avevano spillato oltre 3 milioni di franchi a una ditta di riscossione crediti tramite doppia fatturazione

  • 5
  • 1
  • 1