Caduta mortale in montagna a Soazza

Un portoghese di 38 anni è scivolato in un burrone per sei metri, il corpo dell'uomo è stato trasportato a valle dai soccorritori

Caduta mortale in montagna a Soazza

Caduta mortale in montagna a Soazza

SOAZZA - Nuova disgrazia nelle montagne svizzere. Sabato mattina un pastore portoghese di 38 anni ha perso la vita a Cama in un incidente che ha avuto luogo in zona Alp de Pindeira.

L'uomo, accompagnato da altre due persone, mentre percorreva un sentiero impervio alla ricerca di pecore (portava con se, legato, un animale di questa specie) ad un certo punto ha perso l'equilibrio ed è precipitato per circa sei metri in un burrone lungo una parete rocciosa. Non disponendo i suoi  accompagnatori un telefono cellulare, uno dei due - è la ricostruzione della Polizia grigionese in un comunicato - ha lasciato il luogo dell'incidente per raggiungere Soazza ed allarmare i soccorsi.

A causa delle precarie condizioni meteorologiche, i soccorritori hanno dovuto raggiungere a piedi il luogo dell'incidente. Purtroppo inutilmente, dato che il medico della REGA non ha potuto che constatarne il decesso. Il corpo dell'uomo è stato poi trasportato a valle con l'aiuto di alcuni militi del CAS e di un'équipe sanitaria. All'intervento di soccorso hanno preso parte undici militi del CAS, tre soccorritori della Rega, tre sanitari dell'ambulanza del Moesano, due persone del Care Team Ticino, due impiegati del comune di Soazza e la Polizia cantonale dei Grigioni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2
    PROGETTO

    Ad essere curata sarà la cultura

    Bellinzona vuole rilevare dalla Confederazione l’ex ospedale di Ravecchia per 4,63 milioni di franchi - Oltre ad uffici amministrativi e sale conferenze ci sarà forse spazio per residenze per giovani artisti e per un centro di ricerca medico-scientifica

  • 3
  • 4
    IL CASO

    Da orfana a prostituta, poi la ricerca dell’amore

    A processo la donna che avrebbe dovuto sposare il richiedente l’asilo pachistano, vittima della sparatoria avvenuta a fine dicembre 2017 a Giornico - «Lei credeva davvero di formare una famiglia con lui»

  • 5
  • 1