Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona

Esercenti

Un’altra novità tra i locali della capitale: il gerente Giona Sgroi in partenza per febbraio 2021, ma il futuro dovrebbe essere all’insegna della continuità - «Voglio lasciare un bel ricordo, chiudendo con un carnevale alla vecchia maniera»

Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona

Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona

Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona

Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona

Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona

Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona

Cambio al timone in vista per uno dei bar attualmente più frequentati di Bellinzona. Il gerente Giona Sgroi ha annunciato che per il prossimo febbraio lascerà il Bar Cervo: «È stato bellissimo, a volte molto duro, ma ogni esperienza ha un inizio e una fine» ha scritto sul proprio profilo Facebook ringraziando i clienti «per il sorriso, la fiducia, e la voglia di condividere del tempo in nostra compagnia». Per il Cervo non è comunque un addio, perché alla conduzione dell’esercizio pubblico dovrebbe subentrare un’altra persona: il passaggio del testimone dovrebbe essere ufficializzato a breve. C’è quindi da aspettarsi continuità ed è ciò che conferma lo stesso Giona Sgroi da noi contattato: «Il futuro gerente cercherà di mantenere la stessa filosofia finora portata avanti».

Il congedo
Ma non è finita qui. Il Cervo rimarrà infatti aperto ancora fino a carnevale 2021. Ed è proprio col martedì grasso di quelli che saranno (se ci saranno) i bagordi più strani della storia, con ogni probabilità senza il Rabadan nella forma che conosciamo, che il gerente intende congedarsi dalla sua clientela: «La sfida sarà proprio quella di proporre un carnevale autentico, alla vecchia maniera, sempre nel rispetto delle restrizioni sanitarie che saranno in vigore in quel momento: sono sicuro che sarà ancora più bello».

Il messaggio del gerente Giona Sgroi dal suo profilo Facebook.
Il messaggio del gerente Giona Sgroi dal suo profilo Facebook.

«Il mio futuro? La ristorazione nel sociale»
Giona Sgroi, 29 anni, gestisce il Bar Cervo dal 2016. In precedenza, allora giovanissimo, era stato alla testa dello Zoccolino di Piazza Governo (fino alla chiusura definitiva del locale nel giugno del 2014) e poi per due anni del Bar Castello, su Viale Portone. Infine il Cervo. Cosa c’è nel suo futuro? «L’idea è quella di unire il lavoro di ristoratore con l’interesse che nutro per il settore sociale», spiega.

Cambio in vista al Bar Cervo di Bellinzona
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    «Ecco, vi spiego perché il verde renderà unica la Città»

    IL FUTURO

    Nostra intervista al noto architetto milanese Franco Giorgetta, il quale per il quartiere che nascerà al posto delle Officine FFS di Bellinzona ha immaginato un ampio parco - «L’orticoltura urbana sui tetti servirà per l’approvvigionamento alimentare degli abitanti e non soltanto per lo svago ed il relax»

  • 2

    Coinvolgere i giovani per ripensare il carnevale

    Bellinzona

    Considerata anche la situazione sanitaria, Rabadan e progetto per la gioventù «The Social Truck» hanno avviato una collaborazione sperimentale per creare una rinnovata cultura dell’evento tramite varie iniziative con i ragazzi

  • 3
  • 4
  • 5

    Castelli di carta, ecco i vincitori

    Cultura

    La giuria ha premiato negli scorsi giorni nove adulti e quattro ragazzi che si sono distinti con i loro racconti al concorso letterario promosso dalla Biblioteca cantonale di Bellinzona

  • 1
  • 1