Campra 2.0 è sempre più vicina

A buon fine la raccolta fondi per la riqualifica del Centro per lo sci nordico - Previsto un investimento di 16,2 milioni di franchi e la consegna dell'opera nel febbraio 2019

Campra 2.0 è sempre più vicina
La struttura è ormai vetusta.

Campra 2.0 è sempre più vicina

La struttura è ormai vetusta.

CAMPRA - L'aumento del capitale azionario (pari oggi a 2 milioni di franchi) della Centro sci nordico di Campra SA è cosa fatta. È andata dunque a buon fine la sottoscrizione di azioni per un milione lanciata poco meno di un anno fa. La notizia è stata comunicata ieri sera in occasione dell'assemblea della società svoltasi al Polisport di Olivone. Il capitale sociale della SA è così suddiviso in parti uguali tra il Comune di Blenio e lo Sci club Simano (mezzo milione a testa), mentre il resto è coperto da apporti privati. Potranno così ripartire a breve con un rinnovato slancio i lavori per la realizzazione della moderna struttura da 16,2 milioni di franchi. Lavori sospesi per il periodo invernale. Il cantiere, aperto il 12 giugno 2017, è finora proseguito senza intoppi e pertanto verrà rispettata la data di consegna dell'opera alla popolazione (febbraio 2019).

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
    Bellinzona

    Il Parco urbano si fa bello

    Pronto il progetto modificato per la seconda tappa dell’opera che così potrà pulsare anche oltre le manifestazioni - Scartato l’accesso diretto al lounge bar del bagno pubblico

  • 2
    elettricità

    C’è l’accordo fra Bellinzona e i «ribelli»

    Intesa raggiunta tra la Città e Arbedo-Castione, Lumino e Sant’Antonino per quanto riguarda la partecipazione agli utili dell’Azienda multiservizi - Con Cadenazzo il via libera era già stato trovato

  • 3
    Bellinzona

    «Piazza del Sole va rivalorizzata»

    Si anima il dibattito dopo il nostro articolo: il consigliere comunale Alessandro Lucchini invita il Municipio ad indire un nuovo concorso di idee per l’agorà cittadina

  • 4
    nuovo stabilimento

    «Vogliamo fortemente le Officine a Castione»

    Nostra intervista alla direttrice della Regione Sud delle Ferrovie Roberta Cattaneo che esclude la presenza di un piano B e rassicura gli operai sulla fase di transizione dall’attuale al futuro sito produttivo

  • 5