Caso amianto: sì al gruppo di lavoro

OFFICINE FFS

Secondo incontro fra i vertici della SUVA e i rappresentanti degli operai - La richiesta avanzata da questi ultimi di istituire un consesso a tre (comprese le Ferrovie) è stata accolta - Martedì 19 novembre serata pubblica alla Casa del Popolo

Caso amianto: sì al gruppo di lavoro
© CdT/Archivio

Caso amianto: sì al gruppo di lavoro

© CdT/Archivio

Caso amianto: sì al gruppo di lavoro

Caso amianto: sì al gruppo di lavoro

Si sono ritrovati dopo un mese. Non più in due, ma in tre. Stavolta c’erano anche le Ferrovie. Il tema è stato però lo stesso: il caso amianto alle Officine FFS di Bellinzona riesploso a fine settembre. Da una parte i vertici della SUVA (con il direttore Roberto Dotti e i suoi collaboratori) e dell’ex regia federale (in primis la direttrice della Regione Sud Roberta Cattaneo) e, dall’altra, l’associazione Giù le mani, la Commissione del personale e i sindacati. Il secondo incontro andato in scena oggi in città ha permesso di fare chiarezza sulle modalità con le quali l’istituto di previdenza e le FFS hanno gestito (in passato ed attualmente) il problema legato all’asbesto che, come noto, allo stabilimento industriale della capitale ha provocato la morte di almeno una dozzina di operai dalla fine degli anni Ottanta ad oggi. Le Ferrovie, l’avevamo riferito, stanno analizzando retroattivamente le misure intraprese negli ultimi quattro decenni e hanno altresì ribadito più volte che allo stato attuale non ci sono più pericoli.

È stata accolta la richiesta avanzata dai rappresentanti delle maestranze di istituire un gruppo di lavoro per approfondire il dossier. Un consesso all’interno del quale si deciderà quali informazioni potranno essere trasmesse. Nel senso che Gianni Frizzo e colleghi auspicano di poter vedere la lista dei collaboratori a rischio (quelli, cioè, che sono o temono di essere entrati in contatto con la sostanza). Attualmente sull’elenco figurano 53 dipendenti, come aveva riportato il CdT. Un altro documento che i rappresentanti delle maestranze vorrebbero spulciare è quello concernente il materiale utilizzato nel sito produttivo della Turrita che potrebbe ancora contenere la sostanza. Il summit odierno, in ogni modo, è stato giudicato positivo dagli attori coinvolti. Che stanno remando tutti nella stessa direzione: il bene delle maestranze.

Per allargare il più possibile la discussione, martedì 19 novembre alle 20 al ristorante Casa del Popolo a Bellinzona, avrà luogo la seconda serata pubblica promossa dalla Commissione dell’Officina e dai sindacati SEV, UNIA e transfair. L’avvocato Giovanni Cianni, il quale ha difeso sia penalmente sia civilmente dei lavoratori confrontati con gravi malattie professionali, illustrerà le responsabilità legali e contrattuali del datore di lavoro in materia di protezione della salute. Sarà inoltre l’occasione per gli operai e/o per i loro familiari, come era già stato il caso il 15 ottobre scorso, di condividere qualora se la sentissero la loro testimonianza.

Caso amianto: sì al gruppo di lavoro
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Si sogna in grande anche senza Messi

    STADIO

    Il fenomeno argentino e il Barcellona non giocheranno mai a Castione, tuttavia a breve si procederà alla ristrutturazione con ampliamento del centro sportivo - È il palcoscenico dell’Unione Sportiva Arbedo che milita in Seconda Lega regionale ma ha ambizioni ben maggiori

  • 2
  • 3

    Il duo del PPD a caccia della riconferma

    ELEZIONI

    Biasca: i municipali azzurri Omar Bernasconi e Roberto Cefis saranno ancora della partita il 5 aprile - Sulla lista dei popolari-democratici non figureranno il granconsigliere Claudio Isabella e l’attuale consigliere comunale Andrea Morini

  • 4

    Il Parco Val Calanca nelle mani di «Bingo»

    NATURA

    È il granconsigliere ticinese Henrik Bang il nuovo direttore del futuro polmone verde che coinvolge Rossa, Calanca e Buseno - «Sono veramente sorpreso dall’entusiasmo che gravita attorno al progetto: c’è un senso di comunità eccezionale»

  • 5

    Frontale e cappottamento nel tunnel

    Sulla A13

    Due veicoli si sono scontrati nella galleria Gorda in territorio di Mesocco, ferite leggere per una donna di 68 anni - GUARDA LE FOTO

  • 1
  • 1