«Con le e-bike servono reattività e agilità»

SOTTO LA LENTE

L’incidente capitato a Giubiasco ad una 78.enne rilancia il dibattito sui rischi insiti nel moderno mezzo di trasporto, sempre più utilizzato in Ticino al pari dei monopattini elettrici - Il portavoce della Polizia cantonale Renato Pizzoli: «È importante essere visibili e ben protetti, indossate pertanto sempre casco e gilet»

«Con le e-bike servono reattività e agilità»
© Rescue Media

«Con le e-bike servono reattività e agilità»

© Rescue Media

«Con le e-bike servono reattività e agilità»
© Rescue Media

«Con le e-bike servono reattività e agilità»

© Rescue Media

«Con le e-bike servono reattività e agilità»
© Rescue Media

«Con le e-bike servono reattività e agilità»

© Rescue Media

L’ennesimo incidente in sella ad una e-bike, capitato a Giubiasco, rilancia inevitabilmente il dibattito sui rischi insiti in questo moderno mezzo di trasporto sempre più diffuso in Svizzera. Ad avere la peggio è stata una 78.enne della regione, la quale ha riportato ferite gravi dopo essere caduta dalla due ruote, per cause che l’inchiesta dovrà stabilire, mentre circolava in via Fabrizia, nel tratto dove la velocità massima consentita è di 30 chilometri all’ora. La Polizia cantonale è alla ricerca di testimoni (chi ha assistito alla scena è pregato di telefonare al numero 0848/25.55.55) per chiarire l’esatta dinamica. Negli ultimi quattro anni i sinistri sono purtroppo in costante aumento: 12 nel 2016, 16 nel 2017, 20 nel 2018, 31 nel 2019 e 37 l’anno scorso. Perlopiù all’origine vi sono...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Tra progetti riusciti, vecchi problemi e nuove opportunità

    Bellinzonese e valli

    L’Ente regionale per lo sviluppo traccia un bilancio del primo decennio d’attività: sostenute 245 iniziative per un totale di 5,5 milioni di franchi e migliaia di ore di consulenza - Il presidente confermato Filippo Gianoni invita a crederci: «Se sembra impossibile allora si può fare» - Christian Vitta: «Investire nell’ecosistema dell’innovazione»

  • 2
  • 3

    Riviera e quelle finanze sotto la lente

    Comuni

    Il Preventivo 2022 stima un disavanzo di quasi 300.000 franchi con moltiplicatore confermato al 95% - Preoccupa la debole capacità di autofinanziamento

  • 4
  • 5

    «I tassisti con sede fuori città sono liberi di lavorare qui»

    Il caso

    Nel rispetto del mercato, il Municipio di Locarno non può negare a una ditta di trasporto domiciliata altrove di essere attiva sul suolo comunale – Garantito il diritto di stazionare sui posteggi privati affittati, ma sul suolo pubblico vanno spente le insegne luminose - L’Esecutivo riconosce il «comprensibile malcontento» degli autisti local

  • 1
  • 1