Diffamazione o no? Cheda torna in aula

giustizia

Processo d’Appello il prossimo 3 dicembre per il giornalista indipendente di Bellinzona - Gli accusatori privati sono l’ex municipale cittadino Filippo Gianoni ed il padre Franco - In primo grado l’imputato era stato condannato a una pena sospesa

Diffamazione o no? Cheda torna in aula
© CdT/Archivio

Diffamazione o no? Cheda torna in aula

© CdT/Archivio

A distanza di un anno e otto mesi dal primo processo, il 3 dicembre prossimo si terrà il dibattimento bis a carico del giornalista indipendente di Bellinzona Matteo Cheda. Il 51.enne comparirà di fronte alla Corte di appello e di revisione penale di Locarno presieduta da Giovanna Roggero-Will per rispondere del reato di diffamazione ripetuta nei confronti dell’ex municipale cittadino Filippo Gianoni e del padre Franco. A fine 2010 e a metà giugno 2011 aveva pubblicato due articoli sui giornali (per uno è stato prosciolto) e distribuito un fumetto satirico.

In prima istanza, il 17 aprile 2018, l’imputato era stato condannato in Pretura a una pena sospesa per due anni di 20 aliquote giornaliere da 50 franchi ciascuna. Nel dibattito politico, annotò la giudice Elettra Orsetta Bernasconi Matti, un membro dell’Esecutivo «va comunque rispettato in quanto persona». L’accusa sarà sostenuta dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier, mentre Matteo Cheda non sarà rappresentato da un difensore.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Due Filarmoniche per un concerto magico

    MUSICA

    La prima esibizione dei sodalizi di Bellinzona e di Faido è stata un successo: si replicherà in media Leventina domenica 15 dicembre - Le due formazioni si distinguono nel panorama bandistico ticinese per la capacità di far musica assieme

  • 2

    Artore ritrova il suo amato organo

    MUSICA

    Terminati i lunghi lavori di restauro lo strumento della chiesa di San Sebastiano è tornato al suo antico splendore - La cerimonia di riconsegna è in programma domenica 8 dicembre in occasione della festa dell’Immacolata

  • 3

    «Non sempre chi vince ha ragione»

    OFFICINE FFS

    L’associazione Giù le mani si è presa tre mesi di riflessione per capire in quale direzione andare dopo la bocciatura dell’iniziativa popolare - Gianni Frizzo: «Quello che è certo è che non staremo zitti»

  • 4

    Fabio Käppeli in corsa per il Municipio

    ELEZIONI

    Bellinzona: l’attuale capogruppo PLR in Consiglio comunale e deputato ha sciolto le riserve - «Voglio portare nell’Esecutivo la voce dei giovani e di chi si è allontanato dalla politica»

  • 5

    Quella gru non sarà come la Torre di Pisa

    Castione

    L’impianto per lo stoccaggio di energia sorgerà su un terreno ghiaioso - A livello statico si prevedono cedimenti massimi dell’ordine di 1 centimetro che non preoccupano i promotori - Mistero attorno all’altezza: 60, 100 metri o una via di mezzo?

  • 1
  • 1