Diventare apprendista per la Città di Bellinzona

Formazione

Sono una settantina i giovani che stanno imparando una professione nell’Amministrazione comunale della capitale: sabato 2 ottobre un pomeriggio in cui si potranno scoprire le varie possibilità e informarsi

Diventare apprendista per la Città di Bellinzona
©CdT/Chiara Zocchetti

Diventare apprendista per la Città di Bellinzona

©CdT/Chiara Zocchetti

Dal cuoco all’informatico passando per il pittore, il falegname, l’elettricista, il geomatico, l’impiegato in logistica e l’impiegato di commercio, e altri profili ancora. Suddivisi in 40 ragazze e 33 ragazzi, al 1. agosto scorso erano 73 gli apprendisti in formazione nell’Amministrazione comunale di Bellinzona, che comprende i tredici quartieri e costituisce dunque una macchina molto ampia. E proprio agli apprendisti la Città dedica un evento informativo sabato 2 ottobre. Dalle 13.30 alle 17.30 a Palazzo Civico tornerà infatti dal vivo «Mestieri in Città», evento tramite cui si presentano i percorsi formativi disponibili.

Come si svolge l’evento
Dopo l’edizione di inizio anno tenutasi online a causa delle restrizioni sanitarie, si rivede così l’iniziativa che dal 2019 permette alla capitale di presentarsi nelle vesti di datore di lavoro e formatore. I ragazzi e le ragazze di qualsiasi fascia d’età che intendono iniziare un apprendistato e che si saranno annunciati tramite l’apposito formulario su www.bellinzona.ch/mestieri, potranno visitare le postazioni che saranno allestiste nella corte di Palazzo Civico, in alcuni locali dell’edificio o nelle sue immediate vicinanze. Sul posto saranno presenti i formatori e alcuni apprendisti, disponibili a rispondere alle domande. Sarà inoltre possibile provare in maniera pratica alcune attività. Dalle 13.30 e poi ogni ora fino alle 17.30 sarà inoltre proposta una presentazione per ciascuna postazione. In questo modo, gli interessati a prendere parte al pomeriggio (è possibile anche venire in compagnia dei genitori) potranno visitare più postazioni.

I profili presentati
Le professioni che verranno presentate sono quelle offerte dalla Città. Eccole: operatori sociosanitari, addetti alle cure sociosanitarie e assistenti dentali; impiegati d’economia domestica e addetti d’economia domestica, cuochi e addetti di cucina; falegnami, giardinieri e giardinieri, operatori di edifici e infrastrutture, operatori di pulizia ordinaria e manutentiva, pittore e aiuto pittore; impiegati di commercio, stagisti per 52 settimane. Nelle postazioni vi sarà la possibilità di conferire anche con gli ispettori di tirocinio della Divisione della formazione professionale. Sarà pure presente una postazione della Città dei mestieri della Svizzera italiana che collabora e promuove l’evento: qui sarà possibile ricevere ragguagli sul mondo della formazione professionale di base e continua.

Iscrizioni online
L’iscrizione deve essere fatta online alla pagina www.bellinzona.ch/mestieri entro il 30 settembre, precisando il numero di partecipanti e dando un’indicazione sui propri interessi tra i mestieri previsti. Gli iscritti verranno poi contattati via e-mail con le indicazioni aggiornate sulle misure sanitarie a cui attenersi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    Ai pipistrelli non piace la movida

    Bellinzona

    Molto frequentata in estate, la golena è protetta e non può ospitare eventi prolungati e strutturati - Rumore e luce disturberebbero gli equilibri ecologici secondo il Cantone che ha messo il veto alla proposta di un promotore - Ma il Comune pensa ad una via di mezzo

  • 3
  • 4
  • 5

    L’UDC riparte da Brenno Martignoni Polti

    POLITICA

    Bellinzona, l’ex sindaco e deputato nominato presidente dei democentristi della capitale: è il terzo timoniere in meno di tre anni - Subentra al dimissionario Simone Orlandi finito sotto inchiesta per lo scandalo delle targhe - Non è mancata la frecciatina: «In aprile il Municipio avrebbe dovuto essere bocciato: ora tocca a noi farci sentire, coinvolgendo i cittadini»

  • 1
  • 1