Dopo un’estate col sorriso i nuotatori vanno indoor

Bellinzona

Ultime bracciate al bagno pubblico: da domani a domenica entrata gratuita, e lunedì 7 settembre si passa alla piscina coperta con un numero massimo di presenze contemporanee - Estate col pollice su nonostante l’incognita del virus: tra luglio e agosto oltre 7.000 entrate in più rispetto al 2019

Dopo un’estate col sorriso i nuotatori vanno indoor
Arrivederci nel 2021. ©CdT/Chiara Zocchetti

Dopo un’estate col sorriso i nuotatori vanno indoor

Arrivederci nel 2021. ©CdT/Chiara Zocchetti

Dopo un’estate col sorriso i nuotatori vanno indoor
©CdT/Chiara Zocchetti

Dopo un’estate col sorriso i nuotatori vanno indoor

©CdT/Chiara Zocchetti

Dopo un’estate col sorriso i nuotatori vanno indoor
©CdT/Chiara Zocchetti

Dopo un’estate col sorriso i nuotatori vanno indoor

©CdT/Chiara Zocchetti

Estate col pollice su per il bagno pubblico di Bellinzona. Nonostante il virus, o forse anche in parte «grazie» al virus che ha tenuto molte persone in zona, e malgrado la solita incognita del meteo, luglio e agosto sono andati meglio di quanto qualcuno poteva ipotizzare a fine giugno, quando la struttura è stata riaperta. Anzi: numericamente tra luglio e agosto l’affluenza alle piscine all’aperto della capitale è stata nettamente superiore rispetto a quella del 2019, quando non c’era l’incognita del virus. Soddisfatto, dunque, il direttore di Bellinzona Sport Andrea Laffranchini, al personale debutto estivo dopo aver assunto la conduzione del centro sportivo nel corso dell’autunno di un anno fa.

Tutti i numeri
Dopo aver saltato quasi tutto il mese di giugno - la riapertura è avvenuta sabato 27 - il «recupero» si è concretizzato soprattutto grazie ad un buon agosto, eccezion fatta ovviamente per lo scorso weekend caratterizzato da precipitazioni record. Ovviamente un confronto con l’intera estate 2019 non è possibile, proprio perché il periodo di apertura è stato quest’anno decisamente più corto. Ma prendendo in esame solo luglio e agosto come detto i dati sono molto positivi, con complessivamente 7.470 ingressi in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nello specifico, a luglio le entrate hanno raggiunto quota 29.554 (contro le 28.003 del 2019; sull’arco triennale il migliore resta comunque luglio 2018, quando era stato sfondato il muro dei 31.000); ad agosto sono state 20.090 (14.171 un anno fa, quando le condizioni meteo erano state parecchio umide). La struttura, ricordiamo, era stata riaperta in ritardo rispetto alla scadenza abituale (nella seconda metà del mese di maggio) a causa dell’emergenza sanitaria e, in parte, per permettere di concludere quei lavori di ristrutturazione interrotti nel periodo del confinamento, la scorsa primavera, quando anche l’edilizia aveva dovuto fermarsi.

Le regole al coperto
Per chiudere in bellezza, anche se le temperature sono oramai scese drasticamente, come da tradizione negli ultimi quattro giorni della stagione estiva l’entrata al bagno pubblico sarà gratuita per tutti dalle 9 alle 19.30: questo varrà dunque da domani (giovedì 3 settembre) a domenica 6 settembre. Poi, come detto, si passerà alla modalità indoor. La piscina coperta sarà accessibile da lunedì prossimo, 7 settembre. Come spiega al CdT Luca Veri, responsabile gestionale del Centro sportivo cittadino, sulla base delle normative attuali è stato fissato un numero massimo di ingressi. Potranno essere contemporaneamente presenti all’interno della struttura 140 persone spogliatoi compresi (un limite che invero raramente viene superato, manifestazioni a parte, quindi gli sportivi non si preoccupino). Per quanto riguarda le vasche, in quella da 25 metri potranno essere «a mollo» al massimo 48 persone, ovvero 8 per corsia; mentre nella vasca non-nuotatori, usata anche per i corsi, il limite sarà di 22 persone. Oltre alle entrate, un nuovo contatore dirà anche quante sono le persone in uscita, di modo che i responsabili del centro avranno la situazione sotto controllo in tempo reale. Come sottolinea ancora Luca Veri, vi sarà ovviamente anche un controllo specifico per l’arrivo delle scuole e delle società, con cui ci si coordinerà. Una nuova stagione può iniziare...

La passerella ristrutturata dal Comune. ©CdT/Chiara Zocchetti
La passerella ristrutturata dal Comune. ©CdT/Chiara Zocchetti
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2

    I «Liberi» di Bellinzona in corsa anche per il Municipio

    Elezioni comunali

    La lista civica era nata un anno fa «con l’obiettivo di fare politica senza cadere nella partitocrazia» - Gli ex consiglieri comunali leghisti (ora indipendenti) Luigi Calanca e Giulio Deraita si candidano pure per l’Esecutivo

  • 3

    Via libera ai conti: linfa vitale per il settore

    TURISMO

    Ben 174 soci dell’OTR Bellinzonese e Alto Ticino hanno dato via libera nelle scorse settimane, in forma epistolare, al consuntivo 2019 ed al preventivo 2021 - I fondi raccolti serviranno a finanziare numerosi progetti

  • 4

    5G tra le case a Biasca, ricorso al Consiglio di Stato

    Territorio

    Dopo 180 firme raccolte invano una società immobiliare e sette cittadini contestano la licenza edilizia rilasciata dal Municipio: «Perché permettere l’impianto proprio in zona residenziale?» - Swisscom ribadisce che il principio di precauzione è rispettato

  • 5

    «Basta costruire: spazio ad un grande giardino pubblico»

    IL CASO

    Da Parigi ecco un’idea provocatoria, ma mica poi tanto: realizzare un polmone verde nel comparto che verrà lasciato libero dalle Officine FFS di Bellinzona - A proporla è l’architetto mesolcinese Gabriel Bertossa, da oltre due decenni residente nella capitale francese

  • 1
  • 1