«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»

IL CASO

Quartiere Officine a Bellinzona: i molti dubbi del consigliere comunale e coordinatore dell’MPS Giuseppe Sergi a proposito della possibile cessione, alla Città ed al Cantone, di parte dei sedimi che rimarranno di proprietà delle FFS - «Li hanno ottenuti a titolo gratuito e ora ce li vogliono rivendere: tra l’altro prima o dopo averli bonificati?»

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»
Ecco come dovrebbe presentarsi il futuro quartiere. © Città di Bellinzona

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»

Ecco come dovrebbe presentarsi il futuro quartiere. © Città di Bellinzona

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»
La «Cattedrale» sarà il fulcro, l’almenda il polmone verde. © Città di Bellinzona

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»

La «Cattedrale» sarà il fulcro, l’almenda il polmone verde. © Città di Bellinzona

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»
L’attuale comparto. © CdT/Gabriele Putzu

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»

L’attuale comparto. © CdT/Gabriele Putzu

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»
La «Cattedrale». © CdT/Chiara Zocchetti

«È una questione di etica politica: ma stiamo scherzando?»

La «Cattedrale». © CdT/Chiara Zocchetti

«È una questione di etica politica. E pertanto non possiamo non essere preoccupati». Giuseppe «Pino» Sergi, consigliere comunale a Bellinzona e coordinatore del Movimento per il socialismo, è un politico che va sempre dritto al nocciolo del problema. Che nella fattispecie, a suo avviso, è quello che si sta creando attorno al destino del comparto occupato da fine Ottocento dalle Officine FFS. Un’area di quasi 120.000 metri quadrati destinata a diventare - entro 25-35 anni - il fiore all’occhiello della Turrita.

A far storcere il naso al nostro interlocutore (e alle granconsigliere di Più Donne Tamara Merlo e Maura Mossi Nembrini che martedì hanno interpellato il Governo) è la possibile cessione di parte dei terreni di proprietà delle stesse Ferrovie alla Città ed al Cantone, come anticipato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1