Ecco il municipale che ha atteso quasi due anni per entrare in carica

ROVEREDO

Da alcuni giorni l’Esecutivo del capoluogo mesolcinese è operativo nella nuova composizione partitica - Ivano Boldini (PLD) ha finalmente potuto sedersi attorno allo stesso tavolo dei colleghi: gli è stato affidato il dicastero Amministrazione, finanze e opere sociali

Ecco il municipale che ha atteso quasi due anni per entrare in carica
© CdT/Archivio

Ecco il municipale che ha atteso quasi due anni per entrare in carica

© CdT/Archivio

Ecco il municipale che ha atteso quasi due anni per entrare in carica
© CdT/Archivio

Ecco il municipale che ha atteso quasi due anni per entrare in carica

© CdT/Archivio

Habemus Municipio a Roveredo. Dopo ricorsi su ricorsi e sentenze su sentenze, finalmente da qualche giorno l’Esecutivo del capoluogo mesolcinese è operativo nella sua nuova composizione partitica. Vale a dire con due rappresentanti di Rorè Viva (il sindaco Guido Schenini e Andrea Pellandini), due esponenti del Partito liberale democratico (Juri Ponzio ed Ivano Boldini) e la vicesindaca Silva Brocco di Rorè Etica. In particolare Boldini dopo un tira e molla durato quasi due anni ha potuto sedersi allo stesso tavolo dei colleghi; gli è stato affidato il dicastero Amministrazione, finanze e opere sociali.

Le elezioni per il quadriennio 2019-2022 si erano tenute il 28 ottobre 2018. L’uscente Guido Schenini, non riconfermato, inoltra subito ricorso e chiede un nuovo conteggio. Ciò che avviene l’11 dicembre. A fine marzo altro colpo di scena: il sindaco Alessandro Manzoni (Rorè Viva) dà le dimissioni. Il suo posto nell’Esecutivo viene preso proprio da Schenini, il quale dopo quattro mesi diventa sindaco. Nel maggio di quest’anno il Tribunale federale accoglie tuttavia il ricorso del Partito liberale democratico e di Ivano Boldini. Quest’ultimo, come detto, è infine entrato in carica negli scorsi giorni. La coalizione PLD-Rorè Etica può dunque vantare ora tre seggi, contro i due di Rorè Viva. Come avevano deciso i cittadini nell’autunno 2018.

La crisi istituzionale venutasi a creare a Roveredo aveva portato Coira, a metà giugno, a nominare la consigliera nazionale ed ex sindaca di Bregaglia Anna Giacometti quale commissaria governativa del paese. Un ruolo che ricoprirà sino a fine settembre. In particolare la parlamentare dovrà consigliare ed accompagnare l’Esecutivo che ha il compito, innanzitutto, di sanare le divergenze con la Commissione della gestione e di focalizzarsi sulla situazione in seno all’amministrazione comunale, in virtù dei numerosi avvicendamenti degli ultimi anni.

Ecco il municipale che ha atteso quasi due anni per entrare in carica
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 2
  • 3

    Chiuse due inchieste per traffico e spaccio di droga

    bellinzonese e tre valli

    L'attività operativa e investigativa della Polizia cantonale, in particolare del Servizio antidroga con a supporto alcune Polizie comunali, ha visto nei giorni scorsi chiudere due importanti dossier su un giro di cocaina ed eroina

  • 4

    Non tutte le liste saranno fotocopie a Bellinzona

    Politica

    Rispetto alle elezioni annullate causa virus cinque mesi fa, ad aprile 2021 in casa PLR non solo uno ma probabilmente due cambiamenti nel settebello per il Municipio - Sorprese potrebbero esserci anche per Lega e PPD - Continuità per Unità di Sinistra, Verdi ed MPS

  • 5

    Il lupo è affamato: sbranate 16 pecore

    VALLE DI BLENIO

    Il predatore ha colpito ad Aquila in quattro distinti attacchi, come confermato dalle analisi del laboratorio di Losanna - Gli ovini non erano protetti - Era da un anno che non si registrava un numero così alto di capi uccisi

  • 1
  • 1