Eritrea morta, chiusa l’inchiesta

Bellinzona

Si prospetta la promozione dell’accusa di assassinio nei confronti di un suo connazionale 37.enne

Eritrea morta, chiusa l’inchiesta
Il procuratore pubblico Moreno Capella (foto reguzzi)

Eritrea morta, chiusa l’inchiesta

Il procuratore pubblico Moreno Capella (foto reguzzi)

BELLINZONA - In relazione al decesso di una 24.enne cittadina eritrea avvenuto il 3 luglio 2017 a Bellinzona in via San Gottardo, il Ministero pubblico ha comunicato che le parti coinvolte sono state informate della imminente chiusura dell’istruzione penale. Il procuratore pubblico Moreno Capella ha in particolare prospettato la promozione dell’accusa (per le ipotesi di reato di assassinio, consumato e tentato, omicidio intenzionale, consumato e tentato, lesioni semplici, esposizione a pericolo della vita altrui, minaccia, coazione) nei confronti di un cittadino eritreo di 37 anni. All’imputato e all’accusatore privato nel procedimento penale è stato fissato un termine di alcune settimane per presentare eventuali istanze probatorie.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1
  • 1