vox populi

«Fa caldo, posso avere una Nuvola anche a casa mia?»

Parla la gente nella solitamente desolata piazza del Sole che si popola grazie all’installazione artistica di Nicola Colombo - Intanto l’opera spadroneggia pure sui social network

«Fa caldo, posso avere una Nuvola anche a casa mia?»
Foto Carlo Reguzzi

«Fa caldo, posso avere una Nuvola anche a casa mia?»

Foto Carlo Reguzzi

«Fa caldo, posso avere una Nuvola anche a casa mia?»
Foto Carlo Reguzzi

«Fa caldo, posso avere una Nuvola anche a casa mia?»

Foto Carlo Reguzzi

BELLINZONA - «Io che ho sempre caldo, posso averne una anche a casa mia?». È scherzando con le amiche che una signora incontrata in piazza del Sole commenta la rinfrescante installazione artistica inaugurata sabato scorso in onore dei 150 anni dell’Azienda multiservizi Bellinzona. La fantasiosa opera di Nicola Colombo, denominata «La Nuvola», non smette più di far parlare, e sta popolando quella piazza solitamente desolata, oltre che... spopolare sui social network. Decine di persone la stanno vivendo quando la «visitiamo» proprio per sentire cosa ne pensa la gente. E le impressioni sono generalmente positive: un misto di curiosità ed entusiasmo, sebbene non manchi qualche parere indifferente. «È stato bravissimo il Nicola» afferma un signore domiciliato in città alludendo all’autore. «Visto che lo conosco bene, la prossima volta dovrò però chiedergli una spiegazione tecnica perché non ho ancora capito come si crea quella nebbiolina... Comunque è davvero una bella trovata, ieri c’erano cinesi e giapponesi che la fotografavano: benvenga la creatività» aggiunge. «Ma cos’è?» ci chiede da parte sua una giovane che pochi secondi prima stava fotografando la Nuvola. Glielo spieghiamo. «Bella dai, artistica, ora la mando agli amici su Whatsapp» replica. «Non è tanto bella da vedere» ci dice invece un’altra ragazza incrociata davanti alla vicina Migros. «Sarebbe stato più chic se fosse stata di colore tipo rosa» afferma l’amico che la accompagna. «A me pare un panno sporco» liquida la questione un’altra giovane senza troppi giri di parole. «È molto instagrammabile» è però il pensiero che esprimono generalmente con un neologismo vari giovani, ma non solo. Con Castelgrande come sfondo, la pittoresca nuvola in piazza del Sole è apprezzata a tutte le età e ha trovato successo sul social dedicato alla fotografia con l’hashtag #lamianuvola. Descritta come meravigliosa, rilassante, rinfrescante e originale, come detto l’installazione sta trasformando la piazza principale di Bellinzona in un punto d’incontro. In particolare, i bambini si divertono a giocare sotto la leggera pioggia... come se quella dei recenti temporali non fosse bastata. Anche i turisti ne sono affascinati: che si esprimano in francese, tedesco o inglese, il pensiero è lo stesso: «Bellissima».

«Ottima idea anche per il turismo»
«Mi pare un’idea innovativa e turisticamente parlando vantaggiosa» scrive intanto all’indirizzo bellinzona@cdt.ch uno dei lettori che ha risposto all’appello lanciato ieri su queste colonne. «Le installazioni artistiche sono al top in questo momento e questa di Nicola Colombo mi pare una trovata simile a quella di Christo che nel 2016 aveva installato pedane galleggianti sulle acque del lago di Iseo: per circa 30 giorni la sponda sinistra del lago del Sebino ha fatto il tutto esaurito». Insomma: l’opera voluta per celebrare i 150 anni di acqua potabile nella Turrita «rischia» di favorire il turismo. «Fantastica idea, perfetta visto il caldo torrido di questi ultimi anni - spiega una lettrice - Abito a Stabio ma verrò a vederla e porterò i nipotini che abitano a Friborgo quando verranno in vacanza da noi». «Bellissima, complimenti» sentenzia un altro lettore. La Nuvola non smette più d’incantare... e colora un po’ la spesso austera Turrita.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Bellinzona
  • 1