Forzata la porta della capanna all’Alpe Mognone

Sementina

Ignoti sono entrati nella struttura nel weekend, chiusa nel rispetto dei provvedimenti adottati dalle autorità - Il Patriziato ha sporto denuncia: nei prossimi giorni valuterà i danni

Forzata la porta della capanna all’Alpe Mognone
© Patriziato Sementina

Forzata la porta della capanna all’Alpe Mognone

© Patriziato Sementina

Brutta sorpresa per il Patriziato di Sementina. Nel corso del weekend la porta della capanna principale all’Alpe Mognone è stata forzata. Verosimilmente, ma sarà l’inchiesta di Polizia a stabilire cos’è successo, uno o più escursionisti hanno forzato l’ingresso della struttura che nel rispetto dei provvedimenti adottati dalle autorità per arginare il coronavirus è chiusa. L’ente ha sporto denuncia penale contro ignoti. Nei prossimi giorni valuterà inoltre i danni. Il Patriziato, in una nota diffusa nel pomeriggio, rileva che «le nostre capanne erano e rimangono chiuse. Inoltre all’esterno sono stati rimossi gli arredi mobili che potrebbero in qualche modo indurre le persone a fermarsi anche solo per un picnic, in particolare griglia e cestini. L’auspicio di tutti è che un po’ alla volta si possa tornare a vivere anche la montagna, ma per il momento è doveroso per tutti seguire rigorosamente le disposizioni» del Consiglio federale e del Governo ticinese.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    Condannati a tre anni per la truffa risarcita

    Processo

    Pene parzialmente sospese per l’amministratore e il titolare di una ditta di commercio di rottami del Bellinzonese - Avevano spillato oltre 3 milioni di franchi a una ditta di riscossione crediti tramite doppia fatturazione

  • 2
  • 3

    Prende forma la nuova Valascia

    progetto

    Il direttore generale dell’Hockey Club Ambrì-Piotta Nicola Mona sullo stadio in costruzione: «I lavori procedono a pieno regime»

  • 4

    La politica torna anche a Riviera e si pensa a una piscina

    L’agenda

    Dopo lo stop forzato ci si riunisce nuovamente per discutere vari progetti: piatto forte l’ampliamento delle scuole medie con tanto di vasche coperte - Due serate informative ed altrettante sedute di Legislativo entro luglio, la seconda su aeroporto e cave - LE FOTO

  • 5

    Cari politici, c’è un 2020 da salvare

    BELLINZONA

    Il Legislativo cittadino torna a riunirsi oggi dopo tre mesi in cui è successo di tutto: la pandemia, i decessi in casa anziani e i sorpassi di spesa - Ma la Turrita deve riprendere presto lo slancio per concretizzare progetti importanti

  • 1
  • 1