I turisti si catturano in centro città

Promozione

Infoshop-Visitor Center nella sede storica di BancaStato in piazza Collegiata a Bellinzona

 I turisti si catturano in centro città
Per l’adattamento degli spazi di BancaStato sono necessari 962.000 franchi. ©CdT/Archivio

I turisti si catturano in centro città

Per l’adattamento degli spazi di BancaStato sono necessari 962.000 franchi. ©CdT/Archivio

La Città di Bellinzona vuol fare del turismo, in particolare valorizzando i castelli che dal 2000 fanno parte del patrimonio UNESCO, uno dei suoi motori di sviluppo? Allora deve dotarsi di strumenti di promozione moderni ed adeguati. La realizzazione di un Infoshop-Vistor Center risponde proprio a questa esigenza di informazione e comunicazione. E affinché questa nuova struttura possa fungere da punto di interesse e catalizzatore dei visitatori, proponendo una visione d’insieme di quel che Bellinzona e l’Alto Ticino offrono in ambito turistico, non può che trovarsi nel cuore della città. Difatti il Municipio ha individuato nel pian terreno delle sede storica di Banca Stato in piazza Collegiata il luogo ideale per insediare il nuovo Infoshop-Visitor Center con un investimento preventivato in 962.000 franchi. Oltre alle spese per la trasformazione delle spazi, la Città verserà una pigione annua a BancaStato di 76.2000 alla quale vanno aggiunte spese accessorie per altri 12.000 franchi.

La struttura – che punterà molto sulle emozioni – vuole offrire all’ospite un’anteprima di ciò che potrà vivere visitando il Patrimonio mondiale UNESCO di Bellinzona e conoscere l’intera offerta turistica della regione Bellinzonese e Alto Ticino. Ciò secondo il progetto del cui sviluppo il Municipio ha incaricato la Erlebnisplan GmbH di Lucerna, società che aveva allestito la proposta di base da cui poi è scaturito il concetto d’insieme di valorizzazione del Patrimonio UNESCO di Bellinzona e quindi conosce bene i concetti relativi al contesto culturale e turistico.

Informazione e interazione

Fulcro dell’Infoshop-Visitor Center, spiega il Municipio nel messaggio con la richiesta del credito al Consiglio comunale, sarà un’isola centrale multifunzionale che disporrà di schermi informativi e modellini interattivi della Città e dei Castelli e che consentirà di coinvolgere l’ospite mostrando la regione con le sue peculiarità, tramite supporti tecnologici ma anche classici. Per la costruzione dell’isola l’esecutivo cittadino il coinvolgimento di produttori locali per dare risalto ai materiali della regione; saranno coinvolte principalmente le filiere del sasso e del legno così da valorizzare la produzione locale.

«Sala degli specchi

La particolarità dell’Infoshop-Visitor Center consisterà in un’attrazione innovativa, basata su un percorso a sala degli specchi, all’interno del quale si troveranno immagini fisse e in movimento che mostrano e caratterizzano la regione fornendo al visitatore un’anteprima delle esperienze che potranno vivere nel Bellinzonese e Alto Ticino. L’entrata sarà regolata da un sistema a tornello così da aver sempre sotto controllo la questione sicurezza. È ancora al vaglio la possibilità di gestire le entrate tramite pagamento simbolico (ad esempio un franco), deducibile poi in caso di acquisto di un prodotto allo shop.

Un occhio anche all’artigianato

All’interno dell’Infoshop-Visitor Center troverà spazio anche un’area dedicata alle specialità tipiche , nella quale a scadenze regolari e a rotazione i produttori locali possano presentare, promuovere e vendere i loro prodotti. In una prima fase si pensa ad articoli artigianali, a una linea editoriale dedicata a Bellinzona e alla regione ed altri articoli ottenibili solo nella Turrita. In un secondo tempo ci potrà anche essere spazio per prodotti agroalimentari.

Nuova sede l’OTR-BAT

L’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino (OTR-BAT) trasferirà negli stessi spazi la direzione e i propri uffici, ora ospitati a Palazzo civico, favorendo così una consulenza completa ai visitatori. Per il subaffitto degli spazi corrisponderà alla Città un importo di circa 25.000 franchi annui. Fatto salvo il via libera del Consiglio comunale, l’apertura dell’Infoshop-Visitor Center in piazza Collegiata è prevista per l’autunno del 2020. SDb

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Bellinzona
  • 1

    È pugno duro contro i «furbetti della benna»

    IL CASO

    Sant’Antonino ha deciso di combattere il pendolarismo di coloro che vanno a gettare gli ingombranti pur non abitando in paese - Dal 2020 verrà introdotta la tessera di identificazione per accedere all’Ecocentro come previsto dal nuovo regolamento

  • 2

    Traffico di droga, l’omicida del Ceneri non ci sta

    GIUDIZIARIA

    Il 34.enne del Bellinzonese ha inoltrato dichiarazione d’appello contro la condanna a 5 anni e 4 mesi di detenzione per aver smerciato stupefacenti - Si va dunque verso il dibattimento di seconda istanza di fronte alla Corte di Locarno

  • 3

    Greina è libera e torna a volare

    Animali

    La coturnice era stata trovata a terra in valle di Blenio, intontita, sotto peso e scoordinata nei movimenti - I volontari della SPAB si sono presi cura di lei

  • 4

    Si sogna in grande anche senza Messi

    STADIO

    Il fenomeno argentino e il Barcellona non giocheranno mai a Castione, tuttavia a breve si procederà alla ristrutturazione con ampliamento del centro sportivo - È il palcoscenico dell’Unione Sportiva Arbedo che milita in Seconda Lega regionale ma ha ambizioni ben maggiori

  • 5
  • 1
  • 1